23-12-2017 ore 19:20 | Politica - Crema
di Diego Meis

Illuminazione. Piloni replica ai Cinquestelle: "Lavoro straordinario, sarà messo a punto"

“Riceviamo le segnalazioni e risolveremo le criticità, ma resta un lavoro straordinario”. Matteo Piloni risponde a stretto giro all’interrogazione presentata dal Movimento 5 Stelle. Tema: la riqualificazione dell’illuminazione pubblica. Inefficace e insufficiente per i Cinquestelle, virtuosa per l’assessore alla pianificazione urbana, che ricorda i numeri del maxi-intervento: “5404 punti luce e 405 lampade semaforiche sostituite. Le nuove lampade a led hanno una capacità luminosa che va dai 1500 ai 15mila lumen, ben più forti delle luci precedenti”.

 

Risparmio e risposte

Per quanto riguarda i tempi, i lavori di riqualificazione avviati dalla società Simet-Gei “ termineranno nelle prime settimane del nuovo anno” ricorda l’assessore. “Il Comune di Crema passa dalla spesa di 1.321.870 euro annui al canone di 900.425 euro, con un risparmio annuo a regime di 223 mila euro Iva esclusa. Calcolato su 15 anni, tale è la durata del contratto, il risparmio supera i 3 milioni di euro”. Dal punto di vista ambientale, “un risparmio energetico di 2.750.000 kwh annui”. Per quanto riguarda le criticità oggettive riscontrate a san Bernardino e in altri quartieri, l’assessore afferma di essere già in contatto con i residenti delle zone in cui si riscontra scarsa illuminazione: “Una volta completati i lavori verificheremo le situazioni segnalate”.

 La redazione consiglia:

politica - Crema
Poca luce e poca sicurezza. Il Movimento 5 Stelle cremasco boccia la nuova illuminazione a led, frutto dell'ultima riqualificazione dell'impianto pubblico, oggi affidato a Simet-Gei....