23-02-2017 ore 11:13 | Politica - Pandino
di Silvia Tozzi

Pandino. In vigore le modifiche alla viabilità. Sopita la battaglia dei contrari alla Ztl

Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale di Pandino ha deciso che l’esperimento relativo la nuova viabilità in via Umberto I è perfettamente riuscito. Diventeranno dunque definitivi la ZTL di fronte alla chiesa, così come il senso unico che converge sulla chiesa. Resta il senso unico su via Umberto I in entrata da via Roma, con obbligo di uscita su via Beccaria e sulla piazza del monumento, e il senso unico di via Umberto I da via Borgo Roldi, con obbligo di uscita su via Castello, il cui ultimo tratto è a sua volta senso unico, o su via Milano. Di fatto, le automobili non possono transitare né sostare dal bar Mariani e dalla Pasticceria Castello fino a bar Nasiunal e al giornalaio.

 

Viabilità definitiva

L’obiettivo prefissato dall’amministrazione guidata da Maria Luise Polig era “trasformare via Umberto I da via di scorrimento a via di accesso al paese, privilegiando la mobilità sostenibile, le biciclette, creando spazi pedonali in cui poter sostare in tranquillità e incontrarsi; aumentare la sicurezza, diminuendo il numero e la velocità dei veicoli in transito; fare aumentare la circolazione di biciclette”. Per questo la viabilità è definitiva, e a giorni saranno acquistati l’arredo urbano per l’area di fronte alla chiesa e la nuova segnaletica da posizionare in piazza Vittorio Emanuele, dove la viabilità presenta ancora dei problemi. Da qui si inizierà per mettere a punto il calendario degli eventi da tenere in centro.

 

Battaglia sopita

Il sindaco ha spiegato che, tra le persone con cui si è confrontata, di quelli che prima erano contrari alla nuova viabilità molti le hanno confessato di essersi ricreduti. “Io sono determinata – ha aggiunto – quando decido non mi tiro indietro”. Il gruppo Tieni Viva Pandino, promotore del ricorso al Tar sul provvedimento, al momento non dà battaglia: Barbara Mariani, Giulio Taccani, Gianni Silva e Maurizio Legnani sembrano rassegnati. Continuano a segnalare che non significa nulla che il conteggio delle autovetture in transito, effettuato per due giorni la scorsa settimana con attrezzature noleggiate dalla provincia, ha dato risultati simili a quelli delle auto in transito rilevate in luglio da un agente di polizia locale in ferie: si tratta di dati non confrontabili a causa della differenza di tecnica di rilevazione.

 La redazione consiglia:

politica - Pandino
Terminerà venerdì 17 febbraio la sperimentazione della nuova viabilità del centro storico di Pandino. La giunta comunale ha stretto un protocollo d’intesa con la Provincia...
politica - Pandino
Novità in vista per la Ztl di Pandino. Come spiega il sindaco gli obiettivi sono “migliorare la percezione della sicurezza stradale, salvaguardare l’investimento della...
politica - Pandino
Il Tar di Brescia non ha concesso la sospensiva per il ricorso presentato dai commercianti di Pandino contro la Zona a traffico limitato di fronte alla chiesa. “Ci assoggettiamo alla decisione...
politica - Pandino
“Il nostro progetto di modifica della viabilità in centro ha causato nelle ultime settimane un gran vociare”. Secondo il sindaco di Pandino Maria Luise Polig “le proteste,...
politica - Pandino
Consiglio comunale movimentato giovedì 22 settembre a Pandino. A movientare la sala consiliare, la replica dell’amministrazione all’interrogazione della minoranza...