19-05-2017 ore 12:04 | Politica - Crema
di Andrea Baruffi

Crema. Ambiente, sicurezza e cultura, candidati a confronto sulla città del futuro

Ambiente, sicurezza, cultura e il futuro dell’immobile di viale Europa. Questi i temi affrontati ieri sera nella sala Pietro da Cemmo del centro culturale sant’Agostino di Crema dai cinque candidati sindaco Carlo Cattaneo, Stefania Bonaldi, Luca Grossi, Mimma Aiello ed Enrico Zucchi. L’incontro, molto partecipato, è stato moderato dall’associazione RinasciMenti. Lunedì 22 maggio alle 17.30 i candidati si ritroveranno nella sala Costi dell’ex Folcioni per un terzo momento di confronto sui temi del welfare.

 

Cultura, biblioteca e giovani

Utilizzo degli spazi del sant’Agostino e coinvolgimento dei giovani nell’organizzazione di manifestazioni culturali. Questo il primo tema affrontato. Secondo Carlo Cattaneo “è necessaria la partecipazione degli istituti scolastici, tramite progetti di alternanza scuola lavoro, per la creazione di eventi”. Per una migliore gestione dei servizi Enrico Zucchi ha avanzato l’idea di “riportare la biblioteca al sant’Agostino”. A suo avviso la cultura “si deve aprire ad altre realtà, come i pubblici esercizi, e non può essere sostenuta ad ogni costo. Sono necessarie azioni equilibrate”. Di idee opposte Mimma Aiello: “ci vuole un elevato investimento economico a favore della cultura ed è necessario pensare ad aperture serali della biblioteca per garantire a tutti la possibilità di accedere al servizio”. Fondamentale per Luca Grossi la “sinergia tra il centro culturale sant’Agostino, la biblioteca e il san Domenico”. Per avere maggiori spazi a disposizione dei giovani Stefania Bonaldi ha proposto lo “spostamento della sezione di arte organaria alla fondazione san Domenico”.
 

Riqualificazione energetica e trasporto merci

Per ridurre l’inquinamento dell’aria Stefania Bonaldi ha ricordato il percorso intrapreso per “la riqualificazione energetica degli edifici comunali”, la volontà di “incrementare le zone a traffico limitato” e la necessità di “pensare a sistemi collettivi per l’approvvigionamento dei negozi”. L’idea è stata avvallata anche da Mimma Aiello che ha proposto “la creazione di un centro esterno alla città per l’approvvigionamento delle merci da smistare poi nei negozi”. Secondo Enrico Zucchi “servono nuove forme di lavoro online che offrono autostrade digitali ed evitano la circolazione stradale”. La “riqualificazione energetica degli immobili comunali” è un’azione da intraprendere anche secondo Luca Grossi. Il candidato Cattaneo punta invece “sul lavaggio delle strade e il potenziamento del trasporto pubblico”.

 


Scuola di Cielle

Altro tema di grande attualità è il futuro dell’edificio di viale Europa di proprietà della fondazione Charis. Mimma Aiello ha sottolineato la necessità di “un’azione che coinvolga tutti gli attori – Comune, Provincia e Regione – per evitare che rimanga una cattedrale nel deserto”. Concorde con la necessità di mantenere la destinazione d’uso scolastica Luca Grossi, anche se non scarta l’ipotesi di “insediare un centro congressi per valorizzare gli aspetti peculiari della città”. Stefania Bonaldi ha dichiarato di “essere disponibile a valutare una variazione della destinazione d’utilizzo, con l’attenzione ai servizi di pubblica utilità”. Duro il commento finale: “Una storia di sprechi e spregi che non si dovrà più ripetere”. Carlo Cattaneo ha proposto “un concorso d’idee per l’utilizzo futuro dell’area”. Ha chiuso gli interventi Enrico Zucchi mettendo in luce “la presenza di altre aree in viale Europa che necessitano di interventi di riqualificazione”. A suo avviso “è quasi impossibile riqualificare lo stabile della fondazione Charis mantenendolo in essere”.

 

Legalità e sicurezza

Per risolvere episodi di micro criminalità, bivacco e accattonaggio, secondo Zucchi è “fondamentale lavorare sulla percezione di sicurezza”. Mimma Aiello ha espresso la volontà di “creare uno sportello per la legalità e coinvolgere il Sert per combattere l’abuso di alcool, lo spaccio e l’uso di sostanze stupefacenti”. Della medesima opinione Stefania Bonaldi, che ha ampliato l’orizzonte degli interventi sottolineando la necessità di “migliorare anche la sicurezza stradale”. L’intervento di Luca Grossi ha ripreso i temi esposti dai colleghi: “ci sono situazioni di solitudine e mancanza di lavoro che meritano un’attenzione particolare”. Carlo Cattaneo ha invece proposto “il coinvolgimento di istituti di vigilanza per controllare i quartieri”.

 La redazione consiglia:

politica - Crema
Il mercato deve rimanere in via Verdi. Concordi tutti i candidati sindaco. Differenti le opinioni per l’utilizzo dell'area ex Stalloni. Non tutti approvano l’ipotesi progettuale di...