17-05-2017 ore 20:24 | Politica - Dal cremasco
di Andrea Galvani

Patto per la Lombardia, Paullese ancora a secco. Le risorse saranno frazionate

La distribuzione delle risorse destinate dal Patto per la Lombardia alle infrastrutture e alle strade regionali più importanti e tra queste alla Paullese, stanno per essere frazionate in almeno 12 quote percentuali tra Province e capoluoghi di provincia. La suddivisione avverrà in base alla percentuale di abitanti e non più in relazione alle strategie di interesse regionale o nazionale.

 

Sfumano i 120 milioni

In sostanza, diventa impossibile ricavare i 120 milioni necessari a completare le opere richieste dai sindaci nell'incontro dello scorso 13 aprile in Regione. Per completarle sarà necessario trovare altre fonti di finanziamento. Al riguardo si stanno muovendo i sindaci dell'asta della Paullese. Insieme alle Province coinvolte chiederanno all'assessore Alessandro Sorte la convocazione di un apposito Tavolo, con l’obiettivo di far partecipare all’appuntamento anche un rappresentante del governo.


Assestamento di bilancio

“Per quanto mi riguarda – commenta il consigliere regionale Agostino Alloni - cercherò di presentare una mozione a luglio, dentro il percorso di approvazione dell'assestamento del Bilancio di Regione Lombardia. Sono fortemente contrario al frazionamento delle risorse. Sosterrò i sindaci nella richiesta di un incontro all’assessore per poter definire ufficialmente le risorse mancanti al completamento della Paullese. Vorrei ricordare che, essendo frutto di un accordo con il Governo-Renzi, le risorse del Patto per la Lombardia dovrebbero servire a definire strategie condivise almeno a livello regionale. Il rischio è che i fondi vengano usati anche per fare manutenzioni alle strade e non per il completamento della Paullese”.

 La redazione consiglia:

cronaca - Spino d'Adda
I sindaci di Spino d’Adda, Paullo e Zelo Buon Persico si dicono “molto allarmati” dal fatto che la regione non abbia previsto nel Patto per la Lombardia 2020 “un intervento...