16-05-2018 ore 18:17 | Politica - Crema
di Lidia Gallanti

Omogenitorialità. Zanibelli: 'strappo contro diritti e tutela, Bonaldi torni sui suoi passi'

Continua a far discutere la trascrizione il riconoscimento di due padri per due gemellini. La rettifica dell'atto di nascita a firma del sindaco Stefania Bonaldi (QUI il dettaglio) ha scatenato la reazione dei vari schieramenti politici. Dal centrosinistra l'appoggio incondizionato, dall'opposizione la condanna della scelta "alimentata da un desiderio di notorità". Questo il pensiero di Laura Zanibelli, consigliere comunale di Forza Italia: "l'atto non è previsto dalla legge, è solo una forzatura e non consentirà di recuperare alcun vuoto legislativo".


Zanibelli suggerisce 'un passo indietro'

"L'esito ottenuto dal sindaco Bonaldi sarà ancora un volta la divisione tra destra e sinistra, tra i buoni, cioè chi la pensa come lei, e i cattivi". Una scelta "dagli effetti non prevedibili soprattutto per i due gemellini, dal momento che in Italia la maternità surrogata non è consentita". Zanibelli si focalizza sul tema della "tutela dei minori e della maternità, poiché la registrazione ammette implicitamente l’esercizio della maternità surrogata". Secondo la consigliera "nell'epoca attuale non servono ulteriori strappi e divisioni". Al sindaco il suggerimento di "tornare su suoi passi: sarebbe una buona occasione, per il bene delle persone coinvolte e della città".

 La redazione consiglia:

politica - Crema
“Trascrivendo la registrazione dell'atto di nascita il Comune di Crema non ha fatto altro che riconoscere il diritto dei bambini in questione ad essere accuditi e il dovere dei genitori di...
politica - Crema
"Una forzatura e una lesione alla dignità dei bambini coinvolti". È l'opinione espressa dalla sezione locale di Fratelli d'Italia sul riconoscimento della coppia...
politica - Crema
Riconoscere l’omogenitorialità: "un precedente importante che parte da Crema". Il coordinamento cremasco di Liberi e Uguali esprime il proprio appoggio alla scelta del sindaco...
politica - Crema
Dopo Torino e Gabicce anche il Comune di Crema ha riconosciuto la doppia genitorialità a una coppia di uomini, padri di due fratellini nati all'estero. A fronte di un parere negativo...