13-09-2017 ore 13:17 | Politica - Milano
di Gianni Carrolli

Regione. I Giovani padani incontrano Aprea: “con il referendum più fondi per la scuola”

Il nuovo anno scolastico è iniziato. Positive le sensazioni della delegazione studentesca dei Giovani Padani, venerdì scorso a colloquio con l’assessore regionale all’Istruzione, Valentina Aprea. Come riferisce il coordinatore nazionale del Movimento studenti padani, Christian Colombo, “l’assessore ci ha illustrato come il modello Lombardia sia quello che più investe sulla scuola e sull’istruzione e di come stia promuovendo percorsi innovativi di alternanza scuola-lavoro”. Secondo i giovani leghisti "benefici si avrebbero anche dall’approvazione del referendum sull’autonomia. Sarebbero a disposizione maggiori fondi per la scuola, programmi all’avanguardia e una formazione migliore del personale docente”.

 

Proposte ed impegni

Per il responsabile cremasco degli Studenti padani, Andrea Bergamaschini, l’obiettivo è “avvicinarsi ai sistemi scolastici dei Paesi del Nord Europa. Abbiamo proposto per gli studenti pendolari la riduzione degli ingenti costi dei biglietti del trasporto pubblico e, come movimento giovanile attivo nelle scuole, offerto un concreto impegno a promuovere campagne contro bullismo e cyberbullismo, su cui la Regione è in prima linea”.