12-01-2017 ore 16:47 | Politica - Pandino
di Silvia Tozzi

Pandino. Parco Lago Gerundo, sette pioppi “pericolosi per l’altezza”. Scatta la protesta contro il taglio deciso dal comune

Sette pioppi del parco Lago Gerundo di via Castello a Pandino, il parco più amato e frequentato del paese, saranno abbattuti perché “superando in altezza le abitazioni circostanti possono diventare pericolosi al verificarsi di eventi metereologici sfavorevoli”. La spesa per il taglio è preventivata in oltre 6 mila euro. Secondo il consigliere comunale di minoranza Francesca Sau “la giunta di Pandino ha disposto l’intervento senza la perizia di un dottore in scienze forestali. È vergognoso. Chiediamo ai pandinesi di protestare scrivendo all'amministrazione comunale. Le piante sono una risorsa, devono essere curate e potate, non abbattute”.


Obblighi di salvaguardia

Sau sostiene non esista una “valutazione di stabilità che descriva la situazione biomeccanica degli alberi”, soprattutto per quanto concerne il rischio di schianti o cedimenti. Non è stato richiesto parere alla commissione per il paesaggio del comune. Il regolamento edilizio di Pandino non presenta prescrizioni o obblighi in merito al taglio delle piante su aree pubbliche. Il mail bombing agli uffici e al sindaco chiedendo che le piante siano salvate è già iniziato.