09-11-2017 ore 13:38 | Politica - Izano
di Gianni Carrolli

Izano. Dai varchi alla videosorveglianza: l'opposizione torna a interrogare il sindaco

“Durante la campagna elettorale l’attuale maggioranza propagandava l’ordine pubblico e la sicurezza, temi a noi molto casi. A differenza di altri Comuni cremaschi, a circa due anni dalle elezioni né i varchi elettronici né il sistema di videosorveglianza sono installati ed operativi nel nostro Comune”. È quanto affermano Alberto Maccalli, Giulio Ferrari, Luca Piloni, consiglieri della lista civica d’opposizione Insieme per Izano, preoccupati per gli episodi di furto che “nell’ultima settimana hanno coinvolto anche la scuola primaria e la casa parrocchiale inaugurata lo scorso anno”.

 

Le due interrogazioni

Nell’interrogazione presentata a gennaio, il gruppo consiliare chiedeva al sindaco ragguagli in merito all’installazione e all’attivazione delle tecnologie per la sicurezza pubblica. Approvata la convenzione, “ci auguriamo che il progetto dei varchi elettronici venga messo in opera al più presto – si legge nella risposta scritta del sindaco Luigi Tolasi – quale primo passo nel perseguimento della sicurezza dei cittadini, la prevenzione di reati e di illeciti”. A distanza di 10 mesi, i consiglieri di Inzieme per Izano tornano ad interrogare il primo cittadino per conoscere “l’approvazione del progetto definitivo del sistema di videosorveglianza e la sua installazione”, mossi dalla convinzione che ai fatti recenti “deve necessariamente corrispondere un intervento di prevenzione da parte dell’amministrazione Comunale”.