08-10-2017 ore 13:34 | Politica - Sergnano
di Rebecca Ronchi

Sergnano. Referendum regionale, le ragioni del Comitato provinciale a sostegno del Sì

“Con maggiore autonomia avremo la possibilità di trattenere una parte dei 54 miliardi di euro di residuo fiscale che da Regione Lombardia ogni anno vengono indirizzati allo Stato”. Così il sindaco di Sergnano, Gianluigi Bernardi, ha introdotto l’incontro promosso dal Comitato Provinciale del Sì per l’autonomia della Lombardia. Il consigliere regionale di Forza Italia, Carlo Malvezzi, ha sostenuto “la grande opportunità che rappresenta la consultazione del 22 ottobre per i cittadini lombardi”.


Competenze e risorse

“Abbiamo dimostrato di saper gestire in modo efficiente le risorse pubbliche, garantendo servizi ed investimenti di alta qualità. Il successo del Sì rappresenta la possibilità per i cittadini lombardi di poter godere di maggiori benefici, infatti con più autonomia Regione Lombardia avrà la possibilità di usufruire di maggiori competenze e risorse da destinare sul nostro territorio, che è già il più virtuoso del Paese.”


Beni culturali e voto elettronico

L’assessore regionale alle Culture, identità e autonomie Cristina Capellini ha invece sostenuto che “con più autonomia avremo la possibilità di usufruire e di maggiori risorse da investire nella valorizzazione dei beni culturali e nell’organizzazione di numerose attività culturali sul nostro territorio”. In chiusura il consigliere regionale della Lega Nord, Federico Lena: “La Lombardia è la prima regione d’Italia ad utilizzare il voto elettronico. Votare sarà estremamente semplice ed immediato, oltretutto in ogni seggio elettorale saranno appositamente presenti degli addetti con il compito di aiutare e guidare chi ha poca dimestichezza e difficoltà con il nuovo tipo di tecnologia digitale”.