08-04-2017 ore 17:56 | Politica - Crema
di Stefano Zaninelli

Crema. Bando rifiuti, esposto del 5 Stelle all’Anac: “tutto da rifare, Scrp ha fallito”

Presentato venerdì mattina all’Anac, il nuovo esposto del Movimento 5 Stelle cremasco chiede di far luce “sui fatti e sulle circostanze riguardanti bandi e società appaltanti”. Nella fattispecie, si tratta una richiesta “di verifica di quanto sta accadendo con Scrp e il bando rifiuti – ha spiegato in conferenza stampa stamani Carlo Cattaneo, candidato sindaco del M5S – perché a nostro avviso è possibile riscontrare qualcosa degno di essere chiarito e, sicuramente, migliorabile”.

 

Il fallimento di Scrp

Nel dettaglio è sceso il capogruppo Alessandro Boldi: “dopo 3 anni di percorso, alla fase finale del bando di concorso è approdato un solo partecipante, ovvero l’attuale gestore del servizio, che ormai da anni opera in regime di proroga. Il dato politico di tutta la faccenda è che questo bando non è stato in grado di attirare l’interesse e la partecipazione di altri soggetti. Già questo basta a dire che Scrp ha fallito nell’obbiettivo di attrarre nuovi gestori per un progetto realmente nuovo”.

 

Un bando fatto male

Non solo, ha aggiunto Boldi: “un solo partecipante in gara può ledere il principio di concorrenza. Oltre a ciò, abbiamo chiesto all’Anac di verificare il possibile conflitto d’interesse che riguarda Scrp e Lgh, con il direttore della prima nel cda della seconda. Arrivare a 3 anni di distanza dall’avvio con un solo partecipante, significa che il bando è stato fatto male. C’è infine una questione procedurale, per la quale abbiamo chiesto se il percorso fosse conforme al principio del dialogo competitivo. Per noi – ha concluso Boldi – questo bando è da rifare completamente, a prescindere dalla risposta dell’Anac, possibilmente con un’altra Scrp”.

Oggi al cinema