07-08-2017 ore 15:01 | Politica - Roma
di Gianni Carrolli

Roma. Trenitalia, dall’Antitrust multa di 5 milioni. Bordo interroga il ministro Delrio

“È inaccettabile che un’azienda di trasporti, a maggior ragione se a totale controllo pubblico, come Trenitalia, nasconda ai propri utenti le tariffe più vantaggiose così da poter lucrare sui prezzi dei biglietti”. Così Franco Bordo, deputato cremasco di Articolo Uno, in merito alla vicenda che ha portato l’Antitrust a multare la società di trasporti per 5 milioni di euro. L’episodio è al centro dell’interrogazione parlamentare rivolta al Ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, depositata nei giorni scorsi (integrale in allegato).

 

La richiesta di chiarimenti

Nel documento Bordo e gli estensori di Mdp chiedono al Ministro quali iniziative verranno poste in essere per tutelare i clienti e per far sì che Trenitalia presti fede all’apposito regolamento europeo, oltre alla richiesta di inequivocabili chiarimenti rispetto alla “ferma denuncia di comportamenti da parte di Trenitalia che possono ledere l'autorevolezza e la trasparenza dello Stato. Grazie alle associazioni dei consumatori, che hanno denunciato la modalità scorretta di acquisto dei biglietti da parte di Trenitalia – aggiunge Bordo – si è scoperta questa irregolarità, di cui qualcuno in Trenitalia dovrà rispondere per i danni economici creati nel tempo a migliaia di viaggiatori e pendolari”.