03-05-2017 ore 13:41 | Politica - Pandino
di Francesco Ferri

Pandino. Giovani padani in piazza con le proposte per migliorare il mondo del lavoro

Agevolazioni sull’assunzione dei giovani. Introduzione di ticket per mini lavori stagionali e occasionali. Azzeramento aliquota Irpef per giovani dipendenti ed incentivi all’innovazione. Salario minimo garantito di 800 euro al mese. Superamento della legge Fornero per ridare lavoro ai giovani. Sono queste le cinque proposte per migliorare il mondo del lavoro presentate dai  Giovani padani del Cremasco, in collaborazione con la locale sezione della Lega, durante la giornata di ieri a Pandino. 

 

Lavoro e occupazione giovanile

“Rimaniamo l’unico movimento giovanile sul territorio ad avere a cuore la tematica del lavoro e dell’occupazione giovanile. Vogliamo portare all’attenzione della cittadinanza la ricetta per migliorare e ridare speranza alla nostra generazione” afferma Ilaria Fusar Bassini,vice coordinatrice provinciale dei Giovani padani. “Gli interventi  per agevolare l’occupazione – conclude Alessandro Mariconti, militante della sezione di Pandino – devono essere prioritari nell’agenda politica del nostro paese. Solo cosi potremo sostenere economia e consumi. Le nostre proposte si pongono in contrasto con le fallimentari riforme del centrosinistra degli ultimi anni”. Al banchetto presenti anche Luca Toccalini, coordinatore nazionale del Movimento Giovani padani e Andrea Crippa, coordinatore federale e collaboratore del segretario federale Matteo Salvini.