01-07-2017 ore 20:08 | Politica - Castelleone
di Andrea Baruffi

Castelleone. Ordinanze e controlli serali. Il sindaco: "prevenire schiamazzi e bivacchi”

“Tolleranza zero contro schiamazzi notturni e gruppi che disturbano la quiete pubblica”. Così il sindaco di Castelleone Pietro Fiori ha presentato questa mattina due ordinanze emanate per “controllare l’area del parco della Pace e il tratto di via Roma in fronte al negozio Open shop 24”. L’obiettivo è “prevenire fenomeni di criminalità e di disturbo pubblico che si sono verificati in passato. I provvedimenti sono stati trasmessi alle forze di polizia e alla prefettura. Hanno validità per 60 giorni, quindi avranno valore durante il periodo estivo. Successivamente verranno fatte le valutazioni del caso”.

 

Bivacco al parco della Pace

Come spiegato dal consigliere capogruppo di maggioranza Fabio Farina, “le ordinanze sono state emanate sulla base del decreto sicurezza che attribuisce ai sindaci nuovi strumenti per rafforzare la vivibilità dei territori”. Per quanto riguarda l’area del parco della Pace (nell'immagine sotto) è “stata disposta in data 24 maggio la recinzione con transenne della zona verso il campo da calcio dell’oratorio e il divieto di accesso per veicoli e pedoni. Le sanzioni per i trasgressori arrivano fino a 300 euro. In questa zona si vuole contrastare il degrado e l’illegalità a fronte di segnalazioni di assembramenti di gruppi di ragazzi e adulti che bivaccano, consumano alimenti, bevande e creano problemi di libero utilizzo degli spazi pubblici”.

 

Disturbo in via Roma

“In via Roma – ha spiegato il consigliere – nei pressi del punto open shop 24 il sindaco, in data 24 giugno, ha disposto il divieto di assembramento di più di tre persone dalla mezzanotte alle 7 del mattino. Molteplici, eterogenee e attendibili sono le segnalazioni giunte alla locale stazione dei carabinieri per la presenza di gruppi di persone che, dopo aver acquistato bevande dai distributori automatici, si fermano per consumarli creando disturbo alle persone negli orari notturni. Sono stati segnalati anche episodi di persone colte mentre stavano commettendo reati. L’attività in questione non è un pubblico esercizio per la somministrazione di bevande ma un’attività di vendita tramite apparecchi automatici. Anche in questo caso le sanzioni variano da 50 a 300 euro”.

 

Maggiore controllo

Il comandante della polizia locale Andrea Vicini ha ricordato le “uscite serali effettuate dalla polizia locale frutto della convenzione stipulata tra il comune di Castelleone e Soresina. Questa collaborazione durerà fino al 2019 ed è stata già sperimentata lo scorso anno. Grazie alla turnazione e alla sinergia del personale in servizio permette di incrementare la presenza degli agenti nelle serate estive, non solo in concomitanza con le manifestazioni organizzate”.