30-06-2017 ore 19:24 | Economia - Mercati
di Francesco Ferri

Crema. Negozi storici 2017, la macelleria Lameri premiata da Regione Lombardia

“Le persone e in generale la società tendono a dedicare sempre meno tempo alla scelta dei cibi e alla cucina. L’aspetto caratteristico dei negozi di vicinato è la fiducia che si instaura con il cliente, oltre alla genuinità e al controllo dei prodotti offerti”. Questi sono gli aspetti ricercati dai clienti e valorizzati da Regione Lombardia che recentemente ha riconosciuto 41 ‘nuove’ attività storiche. Delle otto presenti in provincia di Cremona due sono a Crema. Abbiamo incontrato i titolari per conoscerne la storia e delineare un quadro aggiornato dell’economia in città. Alla macelleria Angelo Lameri di via Piacenza il titolare ci ha subito ricordato che l'attività quotidiana è improntata al rapporto con le persone, per conoscerne le abitudini ed i gusti, la qualità dei prodotti e l'esperienza. 

 

Prodotti di qualità”

“Dal 15 marzo 1965 – racconta il titolare - siamo presenti in via Piacenza. Fino al 30 aprile 1992 l’attività era gestita dallo zio Agostino. Inizialmente il negozio era più piccolo. Nel tempo l’abbiamo ampliato adeguando gli spazi alle normative Asl. Ai nostri clienti offriamo prodotti selezionati. La maggior parte delle bestie vengono scelte in un allevamento di Capergnanica. Le facciamo macellare e le lasciamo frollare nella nostra cella frigorifera fino al momento della vendita. Produciamo salumi freschi. Le nostre specialità sono le salsicce, i cotechini e i salamini dei morti. Per offrire un servizio migliore alla clientela abbiamo aggiunto vini e altri prodotti di nicchia che non si trovano nei supermercati”.

 

Clienti e parcheggi

“Durante la settimana siamo aperti solamente la mattina mentre il sabato tutta la giornata. Nella gestione dell’esercizio sono aiutato da mia sorella Marusca. Negli ultimi periodi abbiamo risentito di una leggera flessione nelle vendite. Abbiamo una clientela affezionata che proviene non solo da Crema; l’età media è abbastanza elevata. I giovani oggi non hanno più tempo per cucinare e preferiscono acquistare prodotti già pronti, che io per scelta non tengo. Sono un macellaio all’antica. Punto sulla genuinità. Risentiamo molto della mancanza dei parcheggi nelle immediate vicinanze”. Il signor Lameri si è detto “soddisfatto del riconoscimento ricevuto dalla Regione. Noto che viene apprezzato anche dai clienti. Ringrazio l’Asvicom che ha seguito la pratica”.

 La redazione consiglia:

economia - Mercati
Regione Lombardia ha recentemente riconosciuto ventotto ‘nuove’ attività storiche. Otto si trovano nel territorio cremasco e in particolare nella città di Crema. Abbiamo...
economia - Mercati
“Nel 1940, dopo un lungo periodo di apprendistato nei laboratori milanesi, Maria Ghisoni decide di aprire in via XX Settembre un negozio di pellicceria”. Da qui ha inizio la storia di...
economia - Mercati
Non solo a Crema il gelato è subito associato al nome di Bandirali. “La produzione artigianale – riferisce il titolare Mauro Bandirali – è iniziata nel 1950. Mia nonna...
economia - Mercati
Nel 1855 in contrada Ombriano 59 – l’attuale via XX Settembre – esisteva la “Farmacia e drogheria con fabbrica di cera di Federico Chiappa, successo alla ditta Anna e sorelle...
economia - Mercati
Il clima familiare e la cordiale accoglienza dei clienti sono i tratti caratteristici che connotano l’antica trattoria del Santuario, conosciuta anche come bar Carlo. È presente dal 1945...
economia - Mercati
Costruito nel 1924 come circolo ricreativo Everest. Negli anni ha subito diverse trasformazioni. Oggi l'immobile ospita la trattoria Ferriera. L’attività di via Gaeta, punto di...
economia - Mercati
Dal 1930 a santa Maria della Croce in via Mulini è presente il negozio di alimentari Bonizzoni. Qualità  dei prodotti e un rapporto familiare e di cortesia con il cliente sono i...