29-03-2016 ore 18:41 | Economia - Banche
di Ilaria Bosi

Banca Cremasca, corsi di educazione finanziaria agli studenti delle scuole superiori di Crema

È ufficialmente partito, da un paio di mesi, il progetto di educazione finanziaria, studiato dalla Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio, organizzato da Banca Cremasca attraverso una proposta formativa che ha incontrato grande interesse tra gli studenti. Il progetto è in corso di svolgimento in quattro istituti superiori della città: al liceo Racchetti - Da Vinci, al Pacioli, allo Sraffa, all’Ispe e si concluderà il 20 aprile con un incontro per tutte le scuole partecipanti presso il teatro San Domenico.

Teens
Il programma didattico, che prende il nome di Teens, si articola in quattro lezioni di un’ora e mezza ciascuna offrendo agli studenti l’opportunità di avvicinarsi ai temi dell’economia, dell’uso consapevole del denaro e della sua gestione. A far da docenti alcuni tra i dipendenti di Banca Cremasca selezionati per le diverse competenze. Ognuno di loro, al di là delle questioni tecniche esposte e commentate, ha voluto rendere coscienti i ragazzi di come le tematiche economico finanziarie si affrontino nella vita di tutti i giorni e che è importante familiarizzare con esse, per meglio conoscere le regole del gioco.

Linguaggio comprensibile per i ragazzi
Nel corso degli incontri si sono affrontate tematiche finanziarie prese dalla vita di tutti i giorni: la differenza, per esempio, tra le carte di debito (Bancomat) e di credito; la distinzione tra l’indebitamento (positivo, quando si tratta, per esempio, di un mutuo immobiliare o una richiesta di finanziamento per avviare un’impresa) e il sovra indebitamento che si verifica,  per esempio, quando in una famiglia le uscite sono superiori alle entrate, le diverse fonti di reddito, le differenze fra tasso semplice e composto. Un compito non facile per gli insegnanti che sono riusciti, utilizzando un frasario semplice e comprensibile, esempi tratti dalla vita quotidiana e supportati da video e slide ben studiati, a spiegare a ragazzi dai 15 ai 17 anni, con indirizzi scolastici molto diversi tra loro, temi economici a volte complessi.
 

Una lezione al Pacioli


La gestione del denaro nella vita di tutti i giorni
Tutti i temi affrontati hanno un forte impatto sulle vita delle persone e sulla gestione del loro denaro. Nelle lezioni vengono anche spiegati i circuiti e le reti sui quali operano le carte e le grandi potenzialità fornite dalla tecnologia nell’evoluzione dei sistemi di pagamento, anche nell’ottica di prevenire furti e clonazioni. È stato spiegato agli studenti come funziona l’Internet banking e i suoi vantaggi: si possono effettuare da casa bonifici e ricariche, pagare tasse e bollettini, avere informazioni sul proprio conto corrente, si possono gestire più conti; è economico e lo si può utilizzare 24 ore su 24. L’unica criticità del sistema è la sicurezza, in particolare le truffe informatiche, cresciute soprattutto con lo sviluppo dell’e-commerce. Oggi però si conoscono i meccanismi utilizzati dagli hacker, come lo spamming e il phishing, e sono stati progettati software più sicuri che controllano meglio gli accessi al sistema.

Fare impresa
Nell’ultimo incontro si è parlato di come avviare un’impresa, partendo da un’idea e da come si può concretizzare. Attraverso la due diligence, documento essenziale che illustra in modo sintetico l’idea imprenditoriale, il bisogno che soddisfa e i potenziali clienti, e il business plan, il piano che descrive in modo approfondito il business dell’impresa, il mercato di riferimento, le strategie produttive e commerciali che intende adottare, una stima di costi e ricavi, si riesce a simulare l’impatto dell’avvio di una nuova impresa, cercando di limitare i rischi naturalmente connessi a qualsiasi attività imprenditoriale. Lo studio di fattibilità serve anche a reperire finanziamenti, perché le buone idee, se ben attuate e comunicate, trovano più facilmente risorse.

Riconoscimenti
Al termine del percorso formativo, gli studenti si cimenteranno nell’elaborazione di un testo attraverso il quale esprimeranno il loro punto di vista su quanto appreso nel corso degli incontri. Ai migliori elaborati verranno assegnati dei riconoscimenti nell’occasione di una giornata conclusiva, il 20 aprile che si terrà presso il teatro San Domenico, dove andrà in scena un divertente spettacolo rappresentato dai divulgatori scientifici di Taxi 1729 sulla prevenzione del gioco d’azzardo.

 La redazione consiglia:

economia - Banche
L’indagine internazionale Ocse Pisa su un campione di quasi 30 mila quindicenni fa emergere come l’analfabetismo finanziario dei nostri ragazzi tocchi livelli preoccupanti. Parte da...