28-12-2016 ore 20:53 | Economia - Sindacati
di Angelo Tagliani

Contratto nazionale metalmeccanici, il voto nelle aziende. In Lombardia favorevole l’80,90%, in provincia di Cremona il 74,35%

Il contratto nazionale dei metalmeccanici per il periodo 2016-2019 è risultato il primo accordo unitario dopo due rinnovi separati ai quali non avevano aderito le tute blu della Cgil. Stavolta hanno firmato Federmeccannica, Assistal ed i sindacati Fiom, Fim e Uilm. A regime si stima un aumento mensile medio di circa 92 euro, dal recupero previsto per l'inflazione al welfare.

 

Consultazioni aziendali

Da registrare anche la chiusura delle consultazione dei metalmeccanici e delle metalmeccaniche per l'approvazione dell'ipotesi di accordo firmata da Fim Fiom Uilm risulta che 80% ha approvato l'accordo (vedi i dati per regione e provincia). In Lombardia sono state interessate alle procedure elettive 1784 aziende per un totale di 197.517 lavoratori. I votanti sono stati 100.950, pari al 62,29%, con 80.418 voti favorevoli (80,90%) e 18.989 voti contrari (19,10%). Schede bianche 1097, nulle 446.

 

Dati provinciali e nazionali

In provincia di Cremona si è votato in 82 aziende, per un totale di 7.889 lavoratori e lavoratrici. I votanti sono stati 3905 (58,23%), con 2840 voti favorevoli (74,35%) e 980 voti contrari (25,65%). Le schede bianche 68, quelle nulle 17. Veniamo infine ai dati nazionali. Coinvolte complessivamente 5.986 aziende, per un totale di 678.328 lavoratori e lavoratrici. Votanti 350.749 (63,13%), con 276.627 voti favorevoli (80,11%) e 68.695 voti contrari (19,89%). Schede bianche 3.836, schede nulle 1.591.

Oggi al cinema