24-10-2017 ore 12:38 | Economia - Sindacati
di Gianni Carrolli

Autotrasportatori. Salta il rinnovo del Ccnl, sciopero a fine mese. Contraria la Cna Fita

Due giorni di sciopero per protestare contro la sospensione della trattativa sul rinnovo contrattuale. Lunedì 30 e martedì 31 ottobre gli autotrasportatori di Filt Cgil, Cisl Reti e Uiltrasporti interromperanno il servizio, in segno di protesta per la mancata definizione del nuovo contratto collettivo nazionale. Negativo il giudizio della Cna Fita: l’atteggiamento delle organizzazioni sindacali “è ingiustificato, allunga e crea difficoltà alla conclusione delle trattativa per il rinnovo del Ccnl”.

 

Il motivo della protesta

L’origine della manifestazione risale all’incontro tra le associazioni datoriali e i sindacati, fissato ad inizio ottobre, per definire gli elementi del rinnovo del contratto collettivo nazionale dell’autotrasporto di merci in conto terzi. Il confronto è stato sospeso a causa della richiesta dei datori di lavoro di poter approfondire con più calma alcune tematiche di interesse strategico per le imprese. Da qui la scelta dei sindacati di ricorrere alla protesta, che partirà venerdì 27 ottobre con lo sciopero degli addetti alle attività strumentali ai servizi essenziali.