18-07-2017 ore 11:27 | Economia - Associazioni
di Gianni Carrolli

Cna-Fita. Mariella Marcarini prima donna a presiedere l’associazione: "serve credibilità"

“La partecipazione è alla base della costruzione di proposte credibili e serie per il settore e non possiamo venir meno a questo impegno”. Così la neo presidente di Cna Fita Cremona, Mariella Marcarini. Titolare di un’azienda di trasporti e residente a Trigolo, Marcarini è la prima donna ad assumere l’incarico di presidente della Fita e del Cna. Nel suo mandato, ossia per i prossimi 4 anni, la presidente sarà affiancata dai consiglieri Andrea Lozza, Enrico Ghilardi, Francesco Ferruggia, Agostino Baronchelli, Luigi Pirovano Luigi Pisaroni.

 

Gli interventi urgenti

Nel suo intervento la neopresidente ha lanciato l’appello alle istituzioni locali e nazionali affinché sappiano mantenere una maggiore vicinanza con il settore. Tra le partite più urgenti rientra la corretta applicazione delle norme sul cabotaggio, la concorrenza sleale delle imprese che agiscono da broker sul mercato e di quelle che nascono e muoiono in pochi anni. “Ci aspetta un lavoro duro e lungo – ha aggiunto Marcarini – anche perchè dovremo incalzare le autorità a togliere Cremona e la sua provincia dall’isolamento infrastrutturale che nuoce allo sviluppo delle imprese e del territorio”.