18-01-2017 ore 12:29 | Economia - Crema
di Andrea Baruffi

Libera artigiani, apre lo sportello idraulici. Fornirà assistenza alle imprese e corsi di formazione per operatori del settore

Idraulici maggiormente formati e supportati grazie al nuovo sportello che sarà inaugurato mercoledì 25 gennaio alle 17.30 nella sede della Libera associazione artigiani di Crema. Sarà aperto due volte al mese, il secondo e quarto mercoledì dalle 15 alle 18. Consulenti, idraulici e termotecnici saranno disponibili a incontrare imprenditori della stessa categoria per fornire soluzioni alle diverse problematiche, sia per quanto riguarda le normative tecniche che le nuove tecnologie. Verranno inoltre organizzati corsi di aggiornamento per gli operatori del settore.

 

Assistenza alle imprese

Le associazioni di categoria hanno il compiuto di fornire “assistenza alle imprese, aiutandole nel processo di crescita. Tra stretta del credito e problemi burocratici, la Libera artigiani vuole supportare i propri associati nell’affrontare al meglio le difficoltà poste dalle istituzioni” ha ricordato il presidente Marco Bressanelli. Dello stesso avviso il direttore Renato Marangoni: “Stiamo intraprendendo un percorso di valorizzazione delle categorie. Dopo aver costituito la prima rete tra artigiani del settore energetico, sarà disponibile ora il primo degli sportelli che permetteranno agli artigiani di uno stesso settore di collaborare. Seguiranno altre iniziative legate legate al mondo finanziare e legale”.

 

Formare e informare

La federazione nazionale italiana La casa di evo è nata nell’ottobre del 2013 per volere di un gruppo di associazioni che da anni lavorano nel settore della manutenzione e installazione di impianti termici. Tra le associazioni che la compongono è presente la Libera artigiani di Crema. “Offrire l’opportunità ai responsabili tecnici di formarsi e informarsi e trovare persone in grado di fornire risposte e soluzioni ai problemi tecnici, in particolare legati alla documentazione burocratica e alla compilazione della modulistica” ha spiegato Cesare Speroni, vice presidente della federazione La casa di evo e consigliere del registro nazionale professionale delle imprese idrauliche ed elettriche. “Per poter essere competitivi – ha proseguito Speroni – è necessario fare il proprio lavoro con capacità sempre più affinate”. Soddisfazione per l’iniziativa è stata espressa anche da Gianpaolo Doldi, rappresentante della categoria idraulici nel consiglio della Libera artigiani e consigliere della federazione La Casa di evo.