17-12-2016 ore 12:13 | Economia - Sindacati
di Andrea Galvani

Offanengo. Coim, elezioni Rsu, al voto il 63,2% dei lavoratori. Arcari, Cgil: “nessun accordo sottobanco o situazioni strane”

“Vogliamo mantenere un profilo basso ma prendere le distanze dalle dichiarazioni di Carmine Fioretti dell’Allca Cub. In Coim non ci sono accordi sottobanco o situazioni strane. Si lavora e si opera sotto la luce del sole”. Marco Arcari, segretario della Filctem Cgil, parte dell’esito delle elezioni svolte nell’azienda di Offanengo: “la partecipazione al voto è stata del 63,2%. Su 356 aventi diritto hanno votato 225 lavoratori. La Cgil ha ottenuto 146 voti mentre la Cisl 51. I voti validi 179, 4 le schede bianche e 30 quelle nulle, 12 i voti di lista”. In allegato la nota stampa firmata anche da Diego Volpi della Cisl.

 

I candidati eletti

In sostanza, sostiene Arcari “l’obiettivo è stato raggiunto nonostante l’Allca Cub abbia tentato in modo abbastanza curioso e fuori da ogni regola di far disertare le elezioni. I lavoratori hanno aderito e votato i loro colleghi, mandando a rappresentarli i candidati eletti. Quanti? Sono 9. Per la Cgil Camotti, Rebughini, Vailati R., Tuzza, Corlazzoli, Patrini, per la Cisl sono Crotti, Martinelli e Vailati F”.

 

Accordi e assemblee

Fioretti ha sostenuto si facciano poche assemblee e ha lamentato l’ostruzionismo dei delegati di Cgil e Cisl. Arcari non appare così d’accordo: “Fioretti fino a qualche mese fa era presente nelle Rsu e avrebbe potuto gestirle diversamente le ore di assemblea. Tutti i verbali di accordo ratificati di azienda vengono portati a conoscenza dei lavoratori attraverso le assemblee, tutti i documenti ratificati in azienda sono comunque accordi accrescitivi delle condizioni normativi ed economiche dei lavoratori, ad esempio i premi di risultato”.

 

Sicurezza

Fioretti ha sostenuto che “le Rsu ricoprono anche il ruolo di Rls - ovvero il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza - ma obbiettivamente i lavoratori non hanno mai visto girare per i reparti gli Rls di Cgil e Cisl per vedere se le norme sulla sicurezza e salute vengono applicate”. Per Arcari una “dichiarazione grave; se avesse rilevato qualche anomalia in azienda avrebbe dovuto denunciarle all’azienda e agli organi competenti come è previsto che venga fatto dalla Rsu. Invece non mi pare sia stato fatto”.

 

Regole e organizzazioni

Secondo il segretario della Cgil, gli esponenti dell’Allca Cub “hanno un’assoluta difficoltà a confrontarsi con le norme e con le altre organizzazioni sindacali. Sono refrattari alle regole presenti in azienda, quindi si sono automaticamente esclusi da soli. Avrebbero invece potuto partecipare e confrontarsi ma siccome non vogliono stare alle regole si sono inventati delle elezioni farsa in cui gli unici partecipanti sono loro. Si vede che gli piace vincere facile”. Se è ritenuto “lecito che esprimano la loro contrarietà agli accordi e alla nostra linea sindacale”, per Arcari “non è assolutamente tollerabile che vengano fatti supporre accordi sottobanco. Sono prese di posizione strumentali e prive di fondamento. Come sempre avviene nelle elezioni è stata garantita assoluta libertà ai lavoratori su chi votare. Pensare ci siano Rsu addomesticate e complici è assurdo; sono tutti colleghi del signor Fioretti, il suo è quindi un atteggiamento avvilente e irrispettoso”.

 La redazione consiglia:

economia - Sindacati
Fuori dai cancelli della Coim di Offanengo l’Allca Cub sta dando vita ad un presidio, invitando i lavoratori “a disertare le elezioni delle Rsu”, perché ritenute “il...
Oggi al cinema