16-10-2015 ore 16:01 | Economia - Fiere
di Ilaria Bosi

MiCo, Fiera Milano City. A Golosaria tutti pazzi per l’extravergine delle Città dell’Olio

A Golosaria esplode la passione per l’extravergine delle Città dell’Olio. L’edizione 2015 della rassegna di cultura e gusto promossa da Club di Papillon di cui è patron il giornalista enogastronomico Paolo Massobrio, in programma dal 17 al 19 ottobre a Milano presso MiCo - Fiera Milano City, nasce, infatti, sotto il segno di un’importante collaborazione con l’Associazione nazionale presieduta da Enrico Lupi. Per la prima volta, in questa prestigiosa vetrina, fanno il loro ingresso anche i produttori di olio extravergine e non solo, delle Città dell’Olio italiane che presenteranno le proprie eccellenze: dal pane carasau nero alla pasta di Oliveto Citra trafelata al bronzo ed essiccata a bassa temperatura, dai biscotti all’olio molisani ai sottoli catanesi, fino alla la pasticceria all’olio pugliese. Ma il grande protagonista sarà soprattuto l’olio extravergine di Liguria, Sardegna, Puglia, Molise, Campania e Sicilia che si potrà degustare negli stand degli espositori.

 

Città dell’Olio

La partecipazione delle Città dell’Olio a Golosaria si arricchisce anche di tante occasioni per fare cultura dell’olio e del cibo e promozione del territorio attraverso i cooking show a cura degli chef delle città coinvolte. Una straordinaria occasione per presentare ricette regionali che uniscono tradizione e innovazione come nel caso del pane carasau sardo presentato nella sua nuovissima versione “nera” e il futomaki d’autore in tempura realizzato con i paccheri di Oliveto Citra.

 

Gli espositori. La Sardegna è presente a Golosaria presente con le Città dell’Olio di Oliena e Alghero;  la Liguria con la CCIAA di Imperia, l’azienda vitivinicola Eredi di Ing. N. Guglierame, l’azienda agricola Armato Cristina e l’azienda agricola A.Maccia S.S., l’Oleoteca Regionale della Liguria e il Consorzio per la tutela dell’olio evo Riviera Ligure; la Campania con il Pastificio BMR di Oliveto Citra in provincia di Salerno; la Sicilia con l’azienda Sinatra di Paternò in provincia di Catania; la Puglia con l’azienda Mastrangelo di Canosa di Puglia in provincia di Foggia e l’I-talian olive oil srl di Bari; il Molise con il coordinamento regionale delle Città dell’Olio, l’azienda agricola Colavita Anna Concetta, l’azienda Logen Sas di Gentile Matteo, l’azienda agricola Principe Pignatelli di Monteduroni, l’azienda agricola vitivinicola Cieri di Termoli e l’azienda Centracchio di Venafro. 

 Vedi anche