12-10-2017 ore 21:08 | Economia - Mercati
di Andrea Baruffi

Crema, sicurezza e contraffazione alimenti. Norme e opportunità per tutelare il settore

Analizzare normative, opportunità e possibilità di sviluppo per il settore agroalimentare italiano, con riferimento alla sicurezza e alla lotta alla contraffazione. Sono questi i principali temi dell’incontro in programma giovedì 19 ottobre a Crema in sala Pietro da Cemmo del museo civico. Dalle 16 alle 19 si susseguiranno le relazioni di professionisti e rappresentanti delle istituzioni (in allegato il programma degli interventi). Il convegno è promosso dallo studio Ferrajoli in collaborazione con la Camera di commercio di Cremona.

 

Tutelare la produzione 

“I prodotti alimentari italiani – ha ricordato il presidente della Camera di commercio Gian Domenico Auricchio – sono i più sicuri al mondo”. A testimoniarlo sono i dati della Feralimentare, la federazione italiana delle industrie alimentari. In un anno vengono effettuati  oltre 150 mila controlli; il 3 per cento del fatturato totale, pari a 135 miliardi di euro, viene investito nel settore della sicurezza, un comparto nel quale sono impiegate 30 mila persone, su un totale di 400 mila addetti. Come ricordato da Luigi Ferrajoli, “l’incontro offrirà ai produttori elementi per orientare la propria politica di mercato. Le aziende oggi hanno maggiori opportunità di vendita ma sono esposte a nuove insidie”. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Stefania Bonaldi: “il convegno sottolinea la vocazione agroalimentare del cremasco e rafforza il progetto per identificare il territorio come Distretto agro urbano della bellezza”.    

 La redazione consiglia:

cronaca - Crema
Un importante convegno sul Credito alle imprese agroalimentari, promosso dal comune di Crema, si è svolto a cura del Ciheam, centre international de hautes ètudes agronomiques...