11-09-2014 ore 12:17 | Economia - Scadenze fiscali
di Andrea Galvani

Pagamento Tasi, dal 15 settembre al 16 ottobre uno sportello in Comune per aiutare i cittadini a calcolare l'importo dovuto

In questi giorni a 15 mila famiglie cremasche arriverà la lettera del sindaco Stefania Bonaldi con tutti i dettagli riguardanti l'IMU e la TASI. Come spiegato dal sindaco, “per agevolare i cittadini, da lunedì 15 settembre a giovedì 16 ottobre sarà attivo uno sportello comunale per effettuare i conteggi e compilare i bollettini di pagamento della TASI. Lo sportello TASI è nella sala delle Vele, al primo piano del Comune, vi si accede dall'ingresso principale”.

 

Tassa Servizi Indivisibili

La TASI serve a finanziare i servizi indivisibili, cioè quelli rivolti alla collettività e che riguardano l'illuminazione pubblica, la manutenzione di strade e verde pubblico e vari servizi per la sicurezza. La TASI è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo fabbricati, compresa l’abitazione principale, aree scoperte e aree edificabili. Il tributo deve essere versato in autoliquidazione da parte del contribuente mediante modello F24 o apposito bollettino postale, presso gli sportelli bancari e uffici postali.
 

Inquilini

Per l'abitazione principale, non di lusso, i cremaschi devono pagare solo la TASI, mentre per le abitazioni di lusso, seconde case e altri immobili, vanno corrisposte tanto l'IMU quanto la TASI, quest'ultima in parte attribuita anche agli inquilini. “Una volta raccolti i dati riguardanti gli inquilini, l'anno prossimo il Comune potrà precompilare i bollettini” ha aggiunto Luigi Miglio, Dirigente allo Sviluppo Economico, sottolineando che il personale comunale si sta preparando da giorni e soprattutto “il Comune deve mostrare ampia disponibilità, agevolando i cittadini che vengono chiamati a pagare le tasse”.

 

L'indecisione governativa

"Quest'anno - ha aggiunto il sindaco - l'amministrazione non ha potuto precompilare i bollettini a causa dei tempi ristretti" e "soprattutto per le continue modifiche imposte dal governo centrale" ha sottolineato l'assessore al bilancio Morena Saltini. "Coi dati in nostro possesso, il margine di errore era troppo elevato e avremmo creato un disservizio troppo grande". E' particolarmente importante sottolineare che "sono esenti dal pagamento della Tasi gli 800 inquilini Aler" ha specificato il dirigente del servizio tributi Francesco Albergoni: "hanno un regime differente".

 

I documenti necessari

Per effettuare il conteggio della TASI è necessario portare in Comune la visura catastale, il contratto di affitto, il codice fiscale e la carta d'identità. Lo Sportello è aperto da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17, mentre il sabato dalle 9 alle 12.

 

Divisi in base al cognome

Si può versare l'acconto TASI dall'1 ottobre al 16 ottobre 2014 ed il saldo TASI ed il saldo IMU dall'1 dicembre al 16 dicembre 2014. Per avere un flusso costante, ai cittadini è richiesto di presentarsi in giorni diversi a seconda della lettera iniziale del cognome dell'obbligato ai tributi: F,B (lunedì), A, C, T (martedì), M,R,V (mercoledì), H,I,J,K,L,M,N,O,P,Q (giovedì), D,E,S,U,X,Y,W (venerdì), G,Z (sabato). Chi ha bisogno di ulteriori chiarimenti può telefonare allo 0373/894295 o scrivere l’indirizzo email catasto.comunale@comune.crema.cr.it

 La redazione consiglia:

economia - Scadenze fiscali
“Caro sindaco Bonaldi ho appena finito di calcolare la famigerata Tasi, ho scoperto (se non ho sbagliato i calcoli, ma non credo) con tanta rabbia che dovrò pagare circa 140 euro in...