09-01-2017 ore 18:08 | Economia - Associazioni
di Ilaria Bosi

Agricoltura. Assedio del gelo a stalle e serre, mungiture in tilt e tubi ghiacciati

Mungiture in tilt e tubi ghiacciati in serre e stalle. Da una rilevazione della Coldiretti Lombardia sono sempre più numerosi i problemi alle aziende agricole causati dall’ondata di freddo che oggi in pianura ha fatto scendere il termometro 6 gradi sotto lo zero. Diversi i disagi riscontrati negli allevamenti: dai computer di mungitura in tilt agli abbeveratoi congelati, fino a un calo medio stimato di circa il 5% nella produzione di latte.

 

Le serre e le piante da frutto

Nelle serre i florovivaisti sono costretti ad aumentare il riscaldamento per riuscire a tenere una temperatura interna tra i 15 e i 17 gradi necessaria per salvare le piante dal gelo. “L’insalata gela anche al coperto – racconta Giordano Torchio, orticoltore – per cui dubito che salveremo qualcosa”. In pericolo anche le piante da frutto che a causa delle temperature miti tra Natale e Capodanno avevano iniziato a scoprire le prime gemme.


Tubature ghiacciate

“Il freddo così intenso – spiega Giannenrico Spoldi, suinicoltore di Trigolo - ghiaccia le tubature dell’acqua e, in qualche caso, anche i collegamenti che servono ad aprire le valvole per l’alimentazione dei suini. Ogni mattina dedichiamo varie ore per ripristinare la funzionalità delle condutture. A causa di queste temperature sono in aumento i costi per tenere al caldo i nostri animali. Tutto questo però è niente rispetto a quello che stanno vivendo i nostri colleghi del Centro e Sud Italia. Il pensiero va a loro, che stanno fronteggiando neve e gelo in condizioni drammatiche”.