08-08-2017 ore 14:32 | Economia - Mercati
di Rebecca Ronchi

Smobilizzare i crediti e finanziare le attività. Imprese lombarde in vetta nel factoring

Le imprese lombarde fanno largo uso del factoring come strumento finanziario per smobilizzare i propri crediti commerciali e finanziare le proprie attività. La conferma arriva dai dati dei primi tre mesi del 2017 diffusi da Assifact, l’Associazione italiana per il factoring. I crediti acquisiti dai factor toccano quota 29,41 per cento. In questa classifica la Lombardia è seguita dal Lazio (25,53%) e dal Piemonte (12,28%).

 

Gestione dei crediti

Le società di factoring sono aziende professionali registrate in un apposito albo tenuto dalla Banca d’Italia. Offrono servizi relativi alla gestione dei crediti, dalla contabilizzazione alla riscossione fino all’anticipo della somma. Tra le province lombarde Milano si assesta al 75% del totale regionale dei crediti acquistati. Al secondo posto Mantova (6%), quindi Brescia e Monza-Brianza (4%), Bergamo e Varese (3%), Como, Cremona, Lecco e Pavia (1%), Lodi (0,2%) e Sondrio (0,5%).


Debiti acquisiti

Calcolando i debiti acquisiti dalle società di factoring, con il 21,3% del totale la Lombardia è seconda su scala nazionale. Al primo posto il Lazio (26,45%). A livello provinciale Milano è in testa con il 69%. Seguono Bergamo e Brescia (6%), Monza-Brianza (5%), Cremona e Varese (2%), Como, Lecco e Pavia (1%), Lodi e Sondrio (0,4%).