08-01-2018 ore 16:01 | Economia - Mercati
di Ilaria Bosi

Istat. Contributi previdenziali, in Lombardia cresce il divario con le prestazioni erogate

La Lombardia e il Trentino Alto Adige sono le due regioni italiane dove i contributi per la previdenza sociale versati superano le prestazioni erogate generando perciò un avanzo previdenziale pro capite. Dati confermati dall’Annuario statistico 2017 dell’Istat. La Lombardia è tra le regioni in cui vengono erogate le prestazioni pensionistiche più alte. Contribuisce più degli altri al bilancio delle casse previdenziali ma è al secondo posto dopo il Lazio: 13.487 euro annui contro 13.939.

 

Divario crescente

Tra contributi e prestazioni, nel periodo compreso tra il 2004 ed il 2015 è stato registrato un divario crescente. Le prestazioni sociali erogate ammontano a 317,844 milioni di euro, pari al 19,3% del Pil, solo in parte coperte dai 232,110 milioni di euro di contributi sociali (14,1% del Pil). Nel 2010 i contributi coprivano il 77% delle prestazioni, mentre nel 2015 il 73%. Il nord ovest dell’Italia eroga più prestazioni (29,7%), versa più contributi (34,9%) e sconta un deficit pro capite più basso con -831 euro. Un dato comunque negativo, che pone l’area del Paese davanti al nord est (-1.012 euro) ed al centro (-1.360 euro).