07-04-2017 ore 17:43 | Economia - Aziende
di Francesco Ferri

Trasporti, infrazioni tachigrafo. Nessuna sanzione alle aziende se formano gli autisti

Tachigrafo ed orari di guida: per la Polstrada l'impresa non ha sanzioni se ha formato e istruito i propri autisti. A far chiarezza sull’argomento è la circolare del 24 marzo della direzione centrale della polizia stradale.

 

Corsi e attestati

La Direzione generale del trasporto stradale - si legge nel comunicato della Cna Cremona - ha disciplinato gli obblighi imposti alle imprese in merito alla regolare tenuta dei documenti, all'organizzazione di specifici corsi per il corretto utilizzo del tachigrafo e l'accertata frequenza ai corsi da parte dei conducenti, unitamente all'assolvimento degli oneri di informazione e controllo a carico dell'impresa, dalla fornitura di adeguate istruzioni all’autista alla verifica trimestrale dei risultati dei tracciati tachigrafici. Al termine dei corsi di formazione vengono rilasciati ad autisti e aziende specifici attestati.   

 

Infrazioni

L’organo di polizia che contesta all’autista una infrazione alle norme dei regolamenti europei non procederà quindi a contestare all'impresa da cui l’autista dipende, nel caso in cui viene data prova, durante il controllo e prima della redazione del verbale, dell'adempimento degli oneri di formazione, istruzione e controllo attraverso la presentazione all’agente dell’attestato di frequenza. Per l’impresa è importante far svolgere ai propri dipendenti i corsi di formazione e adempiere a tutte le prescrizioni previste.