29-03-2017 ore 17:01 | Cultura - Arte
di Andrea Baruffi

Sabato le premiazioni del concorso Fayer. Giovani artisti in mostra al san Domenico

Terrorismo, guerre, emigrazione ed ancora violenze su donne, uomini e bambini, solitudine, pregiudizi e malattie invisibili. Questi i principali temi sui quali hanno lavorato negli ultimi mesi i ragazzi del liceo artistico Bruno Munari di Crema iscritti alla quinta edizione del concorso dedicato a Carlo Fayer. Gli elaborati presentati saranno esposti negli spazi della fondazione san Domenico da sabato 1 a mercoledì 19 aprile. L’inaugurazione della mostra sarà preceduta sabato 1 aprile alle 17 dalla premiazione dei 4 vincitori in sala Bottesini.

 

Installazioni e design

Gli studenti nella realizzazione delle opere hanno declinato il motto rotariano Il Rotary al servizio dell’umanità, un tema globale che ha lasciato ampio spazio di espressione. Come sottolineato dalla docente Sabrina Grossi “al concorso hanno partecipato 31 studenti per un totale di 17 opere presentate, prevalentemente installazioni polimateriche. Gli elaborati, in calo rispetto a quelli presentati lo scorso anno, sono tutti di grande qualità e spessore artistico e culturale. Verranno consegnate 4 borse di studio alle opere vincitrici e 3 menzioni speciali”. L’edizione  si è arricchita con una nuova sezione dedicata al design dal titolo Partum alumni fantasia, immagine e cultura. Sono stati presentati 14 progetti realizzati da 17 studenti. Ai vincitori saranno consegnate 2 borse di studio e 3 menzioni speciali.

 

Valorizzare i giovani

Il Concorso è organizzato dal liceo artistico Munari e dal Rotary club Crema – di cui Fayer era socio - in collaborazione con il Rotary club gemello francese di Salone de Provence. “Un’iniziativa lodevole – ha commentato il vice presidente del Rotary Crema Gigi Aschedamini – che valorizza i giovani e le loro potenzialità”.  Le opere verranno raccolte in un catalogo e, come anticipato dal consigliere del sodalizio Fabio Patrini “si pensa di organizzare un’installazione anche in Francia”.  Il vice presidente della fondazione san Domenico Antonio Chessa si è detto “soddisfatto per la collaborazione instaurata con il liceo artistico”.

 

Video catalogo

Questa edizione chiude la convenzione quinquennale siglata tra Rotary e liceo. La mostra ospiterà anche alcune opere vincitrici delle precedenti edizioni del concorso e sarà corredata da un video catalogo dal titolo Rigenere, realizzato da studenti ed ex studenti dell’istituto. Al proprio interno racchiude e racconta le 14 opere premiate negli anni.  

Oggi al cinema