26-10-2017 ore 21:39 | Cultura - Teatro
di Gianni Carrolli

Bagnolo. Tess porta in scena 47: morto che parla. Sul palco la vendetta è tutta da ridere

Tornerà in scena sabato 28 ottobre 47: morto che parla, la divertente commedia del Teatro di esperienza sociale e solidale diretto da Fausto Lazzari. La rappresentazione verrà ospitata al teatro parrocchiale don Bosco di Bagnolo Cremasco. Lo spettacolo è un omaggio a Ettore Petrolini; frutto dell’adattamento scritto dal regista di Tess e “cucito” su misura agli interpreti, si lega all’omonimo film del 1950 diretto da Carlo Ludovico Bragaglia e interpretato da Totò.

 

La trama

La vicenda si volge nel 1930, negli ambienti della piccola borghesia. Con una scusa, Antonio Peletti scompare da casa per due anni. Al suo ritorno, la moglie Nannina medita vendetta. Facendosi aiutare da una compagnia di artisti di teatro amatoriale che frequentano il suo appartamento – impegnati nella realizzazione di una piéce ambientata in paradiso – la moglie farà credere al marito di essere morto e di trovarsi nell’aldilà, con la complicità di personaggi come san Pietro e la madonna.

 

Interpreti e materiali

Sul palco saliranno: Alessandro Doldi (Peletti), Alessia Parolari (Nannina), Margherita Marizzoni (la suocera Eulalia Finocchietti), Simone Rota (l’amico di Nannina e san Pietro), Miriam Alblois (Giulietta, l’angelo custode), Gianfranco Pandini (Rapa), Manuela Vitcu (Rosina), Lorena Chitu (Marcella, l’amica), Ambra Zaniboni (nei panni della madonna). I costumi sono originali e confezionati dal laboratorio di Tess; le musiche sono a cura di Fausto Lazzari mentre la scenotecnica è realizzata in collaborazione con Poiesis, di Francesco Rossetti.

Oggi al cinema