24-05-2017 ore 13:06 | Cultura - Arte
di Tiziano Guerini

Arte terapeutica. Al san Domenico previste esposizioni ed incontri tra chiostri e teatro

Letture e terapie nell’arte. Questo il tema del progetto Guardami, suddiviso in quattro eventi di grande rilevanza artistica ed etica. Il primo è curato dall’Accademia Brera, s’intitola Arte terapeutica e verrà inaugurato alle ore 17 di sabato 27 maggio. In esposizione arte fotografica, arazzi, installazioni varie realizzate da alcuni detenuti del carcere di Opera. L’obiettivo è “la ricerca di motivazioni esistenziali e la raccolta di fondi per la realizzazione di edifici scolastici in Albania”. Come spiegato dalla vice sindaco e assessore alle politiche sociali Angela Beretta “iniziative come questa sono particolarmente apprezzabili perché dimostrano che soggetti in difficoltà hanno la possibilità di vivere i propri diritti e anzitutto quelli al riconoscimento e al benessere”.

 

Mostra terapeutica

Come spiegato dal presidente della Fondazione san Domenico Giuseppe Strada, “il secondo appuntamento è in programma per il 16 settembre. S’intitola Mostra Terapeutica, promossa dall’associazione I leoni di Sebi è incentrata sulle opere di un ragazzo autistico di 10 anni di Soncino, Sebastiano Colombi. Con l'aiuto dell'insegnante di sostegno Regina Belloni e l'incoraggiamento degli artisti Luca Bray e Denis Martinelli, Sebastiano dipinge immagini di leoni in agguato che, in diverse forme, riescono a manifestare il suo stato d'animo.

 

Mercato Austroungarico

Due altre iniziative concludono il progetto: il 9 settembre alle ore 17 al mercato Austroungarico verrà presentata la mostra Nara Anaya & Friends ed il 23 settembre al teatro san Domenico incontro pubblico con Fulvio Ervas autore del libro Se ti abbraccio non aver paura, dedicato al viaggio di un padre con il figlio autistico.  

Oggi al cinema
Eventi del giorno