24-01-2017 ore 15:12 | Cultura - Incontri
di Gianni Carrolli

Bagnolo. Giornata della memoria, Liana Millu e la casa che si trova oltre il ponte

“I sopravvissuti se ne stanno andando uno ad uno e ci lasciano in eredità il dovere della memoria”. Giovedì 26 gennaio alle ore 21 il Centro culturale di piazza Roma, a Bagnolo Cremasco, ospiterà la presentazione del libro di Rosangela Pesenti La casa che si trova oltre il ponte, che narra la storia di Liana Millu, sopravvissuta ad Auschwitz. Ideata dalla Commissione cultura del Comune, l’iniziativa rientra nell’ambito delle celebrazioni della Giornata della memoria.

 

La storia del ritorno

Sopravvissuta ad Auschwitz-Birkenau, Millu era solita iniziare lettere e racconti con la frase “Sono il n. A 5384 di Auschwitz-Birkenau”. Quella di Liana Millu è “una storia che apre la strada a tutte le altre storie - spiegano gli organizzatori - e ci accompagna se vogliamo capire il prima e il dopo, quella parte che resta nell’ombra e ci riguarda perché è la storia dentro cui ancora viviamo”. Rosangela Pesenti, autrice del libro sul ritorno a casa della sopravvissuta, svolge formazione per associazioni e istituzioni sui temi relativi al genere, alla violenza sulle donne, alla gestione nonviolente dei conflitti e alla storia politica delle donne.