19-11-2016 ore 10:20 | Cultura - Storia
di Tiziano Guerini

Carnevale cremasco, i primi 30 anni raccontati in un film ed un libro del Centro Galmozzi e del Gruppo Antropologico

Dedicata ai trent'anni del carnevale cremasco la nuova duplice iniziativa editoriale del centro ricerca Galmozzi in collaborazione con il gruppo antropologico cremasco, presentato ieri da Romano Dasti ed Edoardo Edallo. Il volume s’intitola La passione della maschera - interpretazione e dinamica del Carnevale cremasco ed è stato curato da Nino Antonaccio e Walter Venchiarutti, mentre Maschera di Crema è il film di Gabriel Garcia Pavesi.

 

Maschera di Crema

Il film di Pavesi è incentrato sulla tipica maschera cremasca, il Gagèt col so uchèt, inventata da Paolo Risari e nel corso degli anni oggetto di molteplici interpretazioni da parte di tanti appassionati. Molte interviste arricchiscono dal punto di vista della storia e della cronaca un evento come la celebrazione del Carnevale a Crema che ogni anno diventa purtroppo sempre più difficile ricreare. Il film verrà proiettato e commentato martedì 22 novembre ore 21 alla multisala Porta Nova; ingresso a pagamento, biglietto a € 3.50. In oltre 250 pagine, il volume raccoglie un’ampia documentazione dal punto di vista storico sulla sfilata dei carri e delle maschere. Una tradizione che affonda i propri inizi nel periodo del dominio veneto su Crema. Riscoperto nella seconda metà del novecento continua ancora oggi con un successo di rilevanza regionale grazie alla dedizione e all'impegno dei volontari del Comitato del Carnevale. Il libro verrà presentato alla città con una manifestazione al teatro san Domenico alle ore 16 di giovedì 8 dicembre.