19-07-2016 ore 20:00 | Cultura - Proiezioni
di Rebecca Ronchi

Bagnolo Cremasco. Cinema sotto le stelle, in programma quattro serate gratuite

Presso il cortile dell’opera pia Antonietti e Crespi torna la rassegna Cinema sotto le stelle, organizzata dall'amministrazione comunale di Bagnolo Cremasco, con ingresso gratuito. Prima proiezione mercoledì 20 luglio, ore 21.15: in programma Perfetti sconosciuti, un film commedia di Paolo Genovese. Di strettissima attualità la trama: quante coppie si sfascerebbero se uno dei due guardasse nel cellulare dell'altro? È questa la premessa narrativa dietro la storia di un gruppo di amici di lunga data che si incontrano per una cena destinata a trasformarsi in un gioco al massacro.

 

Il sapore del successo

Mercoledì 27 luglio Il sapore del successo di John Wells. Adam Jones è uno chef stellato che ha distrutto la sua carriera indulgendo nelle droghe e nel sesso. Dopo aver espiato le sue colpe strofinando un milione di ostriche sotto i rubinetti della Louisiana, torna a Londra, determinato a rimettersi al timone di una cucina d'eccellenza e a guadagnare la tanto ambita terza stella Michelin.

 

Checco Zalone

Mercoledì 10 agosto Quo vado? del regista Gennaro Nunziante. Checco è stato allevato dal padre con il mito del posto fisso. A quasi 40 è scapolo, servito e riverito dalla madre e dall'eterna fidanzata che non ha alcuna intenzione di sposare, assunto a tempo indeterminato presso l'ufficio provinciale caccia e pesca ma le riforme arrivano anche per Checco, e quella che abolisce le province lo coglie impreparato.


Diego Abatantuono

Quarto e ultimo appuntamento della rassegna mercoledì 17 agosto, con la proiezione di Belli di papà, un film di Guido Chiesa. Vincenzo è un imprenditore pugliese che ha raggiunto il successo a Milano. Sua moglie è morta da qualche anno e i tre figli sono cresciuti nella sua assenza, ma anche in quella bambagia di cui i soldi di papà li ha circondati. L’amore paterno suggerirà a Vincenzo di inscenare il fallimento della sua ditta, costringendo così i figli a rimboccarsi le maniche e lavorare per vivere.