19-01-2017 ore 18:48 | Cultura - Manifestazioni
di Stefano Zaninelli

Crema. Un week end all’insegna dell'arte. Sabato sera all’auditorium il concerto di Aeham Ahmad, il pianista di Yarmouk

Una fine settimana all’insegna dell’arte, della musica e della storia si prospetta a Crema da venerdì 20 a domenica 22 gennaio. Il palinsesto culturale propone diversi eventi dislocati in diversi luoghi della città. Per chi si fosse lasciato scappare l’opportunità, sono gli ultimi giorni per visitare lo storico presepe dei Sabbioni, fedele ricostruzione della tradizione contadina e dei mestieri degli anni ‘50 del secolo scorso, che chiuderà la stagione 2016-2017 domenica 22 gennaio.

 

La mostra al San Domenico

Iniziamo dagli eventi ancora in corso. Presso gli spazi espositivi di via Verdelli – all’interno del complesso della fondazione San Domenico – proseguirà fino a domenica 22 gennaio la mostra Collezioni private. Durante la giornata finale, alle ore 16 in sala Bottesini e negli spazi espositivi si svolgerà l’esibizione degli alunni dell’istituto Folcioni; tra le ore 17.30 e le ore 18 sempre in sala Bottesini intrattenimento musicale a cura degli alunni della classe di pianoforte di Bianca Maria Piantelli; infine, alle ore 18 la chiusura della mostra con un momento conclusivo nel foyer del teatro.

 

Dal cibo a Colore e materia

Sabato 21 gennaio alle ore 16.30 si rinnoverà l’appuntamento con il Gruppo antropologico cremasco. Il Museo civico di Crema e del cremasco ospiterà la presentazione delle attività annuali del Fotoclub Ombriano e del gruppo Fai di Crema; a seguire, l’intervento di Annalisa Andreini sul cibo come recupero della memoria. Alle ore 17, presso le sale Agello verrà inaugurata la mostra Colore e materia: la critica d’arte Tiziana Cordani presenterà i lavori dell’artista Paola Moglia, in esposizione fino a domenica 5 febbraio.

 

Il pianista di Yarmouk

Appuntamento da non perdere sabato sera presso l’auditorium Bruno Manenti: alle ore 21 prenderà il via il concerto di Aeham Ahmad. Ventisettenne siriano, Ahmad è conosciuto come il pianista di Yarmouk, campo profughi palestinese alle porte di Damasco. Hanno fatto il giro del mondo le immagini delle sue performance al pianoforte, attorniato da cumuli di macerie nello scenario desolante della città martoriata dai bombardamenti. La tappa cremasca si inserisce nella serie di concerti per la sua prima tournée italiana, inaugurata lo scorso 6 gennaio a Locorotondo.

 

Tra antiquariato e vintage

Torna domenica 22 gennaio l’appuntamento mensile con la Mostra mercato del piccolo antiquariato e del vintage. Dalle ore 9 alle ore 18 lo spazio colonnato del Mercato Austroungarico in piazza Trento e Trieste accoglierà stand e bancarelle di appassionati, collezionisti ed antiquari, chiamati a raccolta dall’associazione Cose d’altri tempi. L’iniziativa – come da consuetudine – tornerà ogni quarta domenica del mese; l’appuntamento successivo è calendarizzato per il 26 febbraio.

 La redazione consiglia:

cultura - Tradizioni
Richiama sempre un gran numero di visitatori il presepe dei Sabbioni. Su un’area di circa 3.000 metri quadrati in via Rossi Martini sono stati realizzati con grande competenza e passione oltre...
cultura - Arte
Collezioni private in mostra. Con questo titolo si apre domenica 11 dicembre, inaugurazione ore 17, alla Galleria di Arteteatro della Fondazione S. Domenico in piazza Trento e Trieste, una mostra di...
cronaca - Crema
Noto in tutto il mondo come il pianista di Yarmouk, campo profughi palestinese alle porte di Damasco, Aeham Ahmad dopo aver inaugurato la sua prima tournée italiana lo scorso 6 gennaio a...