16-11-2017 ore 20:45 | Cultura - Manifestazioni
di Lidia Gallanti

Crema. Dieci giorni contro la violenza sulle donne, tra arte, sport, spettacoli e incontri

Quest’anno il 25 novembre dura dieci giorni. In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne l’assessorato alle pari opportunità propone una serie di eventi per sensibilizzare la cittadinanza e offrire spunti di riflessione sulla tematica, sempre più spesso presente tra le pagine di cronaca nera. “Non bastano dieci giorni di attività per cambiare le cose, ma anche quest’anno vogliamo fare la nostra parte per parlare di ciò che troppo spesso passa sotto traccia”, spiega l’assessore alle pari opportunità Emanuela Nichetti. Con lei la coordinatrice della consulta Cecilia Brambini, la vicepresidente dell’associazione Donne contro la violenza Lucia Gravaghi e il referente di Libera Niccolò Bassi, che in rappresentanza delle rispettive realtà hanno presentato il calendario di eventi in programma da mercoledì 22 novembre a mercoledì 6 dicembre. (in allegato il programma completo).

 

Sport, arte e teatro in rosa

Il primo appuntamento sarà mercoledì 22 novembre alle 20 con la terza edizione dell’Aperunning in rosa, manifestazione non competitiva che partirà dal mercato Austroungarico per continuare con un flash mob in piazza Duomo e terminare con un aperitivo in musica in piazza Trento e Trieste. Immancabili le scarpette rosse, che per il quinto anno tornano sul sagrato del Duomo con i nomi delle donne “uccise per il troppo amore”. L’installazione rimarrà in piazza da venerdì 24 a domenica 26 novembre, e farà da sfondo a That’s love, murales a tema realizzato dal gruppo Skase.Nofer.Jester con un live painting previsto sabato dalle 14.30 alle 16.30. Venerdì 24 e sabato 25 doppio appuntamento a teatro con L’amore è una canaglia, spettacolo prodotto da Bottega Rosenguild ispirato ai monologhi di Stefano Benni in scena nella saletta Costi di piazza Aldo Moro, ore 21. Sabato mattina alle 10 presso il teatro Sacro cuore di piazza Fulcheria si terrà inoltre lo spettacolo Anima Recisa, del teatro di educazione e cultura sociale, a cura del coordinanmento donne Fim-Cisl asse del Po.

 

Incontri e testimonianze
L’edizione 2017 coinvolge anche l’associazione contro le mafie Libera, per portare l’attenzione sulla condizione delle donne migranti, “spesso si tratta di mamme, che oggi più che mai pagano a caro prezzo il viaggio verso la speranza”, ricorda l’assessore Nichetti. Sabato 25 novembre alle 18.30 l’oratorio del Duomo sarà sede dell’incontro-testimonianza intitolato Le donne tunisine chiedono verità e memoria, per raccontare la storia al femminile delle madri che da sette anni cercano la verità per gli oltre 500 ragazzi dispersi nel pericoloso viaggio verso l’Europa. Domenica 26 alle 16.30 prende il via il progetto Forma, nato dalla collaborazione dell’associazione Donne contro la violenza, l’ospedale maggiore di Crema e la cooperativa Hope nel contesto del bando regionale Progettare la parità in Lombardia 2017. Seguirà un buffet allietato dal concerto del coro Marinelli dell’istituto musicale Folcioni di Crema. Dal 23 al 26 novembre in tutti i panifici del territorio saranno inoltre distribuiti sacchetti per il pane speciali, sui quali spicca la frase “Per molte donne la violenza è pane quotidiano”.