16-04-2018 ore 20:16 | Cultura - Musica
di Andrea Galvani

Teatro Ponchielli, acoustic nights live 2018. Jack Savoretti intona l'incanto della bellezza

Romantico e colto, raffinato ma graffiante. Soprattutto generoso, l’Acoustic nights live di Jack Savoretti ha trovato nell’atmosfera del teatro Ponchielli di Cremona un partner perfetto per aprire il tour italiano. Con lui musicisti d’eccezione: oltre al pianista Nikolaj Torp Larsen e al chitarrista Pedro Vito Vieira De Souza, anche Piergiorgio Rosso al violino e Francesca Gosio al violoncello. Gente abituata a suonare con Paolo Conte.


L’incanto della bellezza

Come aveva annunciato, così è stato: musica senza barriere, mai sofisticata, in punta di piedi. Volutamente e profondamente coinvolgente. Diretta. Oltre al suono, ai ritmi e alle suggestioni anche uno spazio al dialogo, per poter raccontare la genesi delle canzoni. Stabilire un contatto anche con le parole. Dopo Sleep No More e l’edizione speciale con brani in versione acustiche il cantautore italo-inglese ha sentito la necessità di un live nei teatri italiani. Luoghi in cui la bellezza dell’arte fosse partecipe e fautrice dell’incanto sonoro. Stasera suonerà al teatro Dal Verme di Milano, mercoledì 18 aprile al teatro Goldoni di Venezia, mentre il 19, 20 e 21 aprile sarà a Genova, sul palco del teatro dell’Archivolto.

 

La scaletta del Ponchielli

Durante la serata cremonese ha suonato in varie formazioni. Solo: Better change, Blues runs the game, Once upon a street, Apologies, Songs from different times, Always on my mind, Jackie blue (Crazy Fool), Chemical courage. In duo, col piano: Breaking the rules, Patriot, Harder than easy/Russian roulette. In trio con piano e chitarra/mandolino: Home, Proposal/Dr Frankestein outro (medley), Fight till the end, Lost America. In trio aggiungendo violoncello e violino: Dreamers, I’m yours, We are bound, Catapult, Broken glass, Other side of love, When we were lovers. Bis: Vedrai vedrai, Between the minds. Ringraziamenti a Barbara Sozzi (Ufficio stampa Fondazione teatro Ponchielli), Matteo Bernardi di Caos organizzazione spettacoli e Vivo concerti.