14-12-2017 ore 13:53 | Cultura - Musica
di Diego Meis

Gospel nella Pieve di Palazzo Pignano con Ginger Brew, musica che abbatte le barriere

Per il settimo anno consecutivo la musica gospel rallegra il Natale cremasco con A spiritual touch. Il concerto organizzato si terrà domenica 17 dicembre alle 18 nella pieve di san Martino a Palazzo Pignano. Ospiti speciali della serata, l’ensemble canoro Ginger Brew & the Starlight jazz quintet, gruppo consolidato sul terreno comune del songbook americano, che offrirà un repertorio gospel con brani ispirati alla tradizione. Il quintetto ricerca i valori di una musica che abbatte le barriere, che vuole includere, condividere momenti ed emozioni partendo dal linguaggio universale del jazz. Ingresso libero.

 

Ginger Brew & the Starlight jazz quintet

Nata in Ghana, italiana d’adozione e cittadina del mondo per inclinazione naturale, Ginger Aramansa Brew ha iniziato a cantare in tenera età, tra jazz, soul, rhythm & blues, afro gospel, reggae e calypso. Ha collaborato con artisti del calibro di Phil Collins, Mariah Carey, Paolo Conte, Bobby Durham, Osibisa, Guy Warren. Lo Starlight jazz quintet raccoglie l’eredità dell’esperienza maturata dall’artista e la sviluppa in un progetto corale, che fonde il jazz di stmpo statunitense alla spiritualità della musica africana. La formazione è composta da Ginger Brew (voce), Sergio Chiricosta (trombone, conchiglie), Guido Canavese (pianoforte) Piero Cresto-Dina (contrabbasso), Marco Puxeddu (percussioni).