14-10-2017 ore 12:23 | Cultura - Musica
di Andrea Baruffi

Nina Zilli, l’anima soul conquista Crema. Dj e ritmi incalzanti per il Modern art tour

Dieci minuti di attesa. Il pubblico in trepidazione. Poi calano le luci sulla platea. Un caloroso e infinito applauso ha accolto l’ingresso sul palco di Nina Zilli. Il teatro san Domenico straripante ha ospitato ieri sera, venerdì 13 ottobre, la data zero del Modern art, il tour che porterà per un mese l’artista piacentina nelle principali città italiane e prodotto da Live Nation. Un’ora e mezza di musica senza interruzioni, un ritmo incalzante e tre cambi d’abito per sottolineare visivamente le sfumature sonore hanno dato vita ad un concerto entusiasmante.

 

Concerto poliedrico

Con un timbro potente e incisivo, una verve e un’energia inesauribili, ha incantato e coinvolto i fan dalle prime note. È bastato un semplice incoraggiamento e il pubblico non si è fatto attendere: ha ritmato e scandito ogni brano con il battito delle mani e accompagnato le applauditissime esibizioni. Ventiquattro brani in scaletta. Hanno spaziato dal singolo Mi hai fatto fare tardi, canzone dell’estate e anteprima del nuovo album uscito a settembre, al brano L’uomo che amava le donne, premio della critica al festival di Sanremo 2010. Un concerto poliedrico, dai toni soul, rap, reggae, fino alle canzoni melodiche, per parlare di amore, riflettere sulla pace e riscoprire la bellezza dello stare assieme. Insomma, ieri sera Nina Zilli ha bissato il successo riscosso nel 2015 con l’esordio del Frasi & fumo tour (qui il dettaglio).

 

La scaletta

Questi i brani eseguiti da Nina Zilli durante la data zero del Modern art tour: Il mio posto qual è; Mi hai fatto fare tardi; Domani arriverà; Per sempre; 50 mila; Bacio d’addio; #Rll; Inferno; 1 x un attimo; Ti amo mi uccidi; Come un miracolo; Sola; Il punto a cui tornare; Notte di luglio; L’amore è femmina; Come il sole; No pressure; Penelope; Il paradiso; I giorni più freddi; L’amore verrà; L’uomo che amava le donne; Se bruciasse la città; Butti giù. L’artista è stata accompagnata da Jeeb - Riccardo Gibertini alla tromba, trombone ed elettronica, Heggy - Antonio Vezzano alla chitarra, Nico - Nicola Roccamo alla batteria, Torre - Andrea Torresani al basso, Veez_O - Fabio Visocchi alle tastiere e Dj Zak - Enzo Tribuzio.

 La redazione consiglia:

cultura - Musica
Straripante: così si presentava ieri sera il teatro San Domenico di Crema. Fibrillazione ed entusiasmo per accogliere una delle stelle del panorama italiano contemporaneo: Nina Zilli. Con la...
cultura - Musica
“Mia madre mi diceva che per non farmi agitare, quando facevo il bagnetto, era costretta a cantare. A 5 anni cantavo già nel coro della chiesa: ho visto la luce molto presto, per dirla...
cultura - Musica
Dopo il successo dell’aprile 2015 (qui il dettaglio), torna sul palco del teatro san Domenico di Crema Nina Zilli. Partirà questa sera da Crema il Modern art tour. L’appuntamento...