13-12-2017 ore 12:08 | Cultura - Teatro
di Lidia Gallanti

Crema. Una giornata particolare, pièce con Scarpati e Solarino al teatro san Domenico

È il 6 maggio 1938. Hitler incontra Mussolini a Roma, l’Italia marcia verso il regime che porterà al secondo conflitto mondiale. Poco lontano dalla parata, in un appartamento popolare, Antonietta s’imbatte in Gabriele. Lei, moglie e madre devota, lui un annunciatore dell’Eiar, mandato al confino perché omosessuale. Due vite apparentemente inconciliabili si scontrano e s’incontrano in Una giornata particolare, pièce di Ettore Scola e Ruggero Maccari che stasera, mercoledì 13 dicembre alle ore 21, va in scena al teatro san Domenico di Crema.

 

Ruoli infranti

Giulio Scarpati e Valeria Solarino sono i protagonisti della storia ambientata in una sola stanza e intrecciata alle vicende nazionali che portarono all’instaurazione del regime fascista. I fatti storici narrati dalla radio fanno da sfondo all’incontro tra Gabriele e Antonietta, prigionieri di una stanza e dei ruoli che la società ha loro imposto. La pièce ripercorre la grande storia attraverso le piccole esistenze, alle prese con una realtà in divenire che per la prima volt, nel segreto di una stanza, viene messa in discussione.

Oggi al cinema