13-04-2017 ore 17:54 | Cultura - Tradizioni
di Francesco Ferri

Izano. Tutto pronto per l'edizione 2017 della Fiera della Pallavicina, tra usanze e novità

Tutto pronto per l’edizione 2017 della Fiera dell'Angelo, conosciuta come Fiera della Pallavicina di Izano. Come da tradizione, un ricco programma di iniziative animano il paese il giorno di Pasqua e il lunedì dell’Angelo, domenica 16 e lunedì 17 aprile. Come sottolineato dal vice sindaco Sabrina Paulli “l’intento dell’Amministrazione Comunale e delle commissioni fiera e biblioteca, è proporre iniziative consolidate e novità capaci di attrarre il gusto e le esigenze di un vasto pubblico”.

 

Mercatini e battesimo della sella

Domenica e lunedì al parco della Vallée de l’Hien i più piccoli potranno provare l’ebbrezza dell’attività equestre con il battesimo della sella a cura dell’associazione Exodus di Lonato. Spazio anche alle attività sportive con la scuola calcio della società Sif Academy. Nel parco saranno collocati gli stand del mercatino Profumi e sapori, con prodotti di artigianato, enogastronomici e street fodd. In via Roma spazio agli artisti di strada, madonnari e hobbisti. Non mancherà al santuario della Pallavicina la tradizionale pesca di beneficenza e la mostra di lavoretti artigianali a cura dell’Azione cattolica. 

 

Arte e premiazioni

Nell’atrio della scuola primaria in piazzale Papa Giovanni XXIII, domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18 e lunedì dalle 15 alle 18, sarà possibile ammirare le opere del dodicesimo concorso d’arte dal tema Izano: il suo territorio, le sue tradizioni, la fiera della Pallavicina e la sua gente. Saranno esposte inoltre le opere degli artisti Elena Stabilini, Tiziano Fusar Poli e Elio Fusar Poli.  Il trentasettesimo concorso di poesia dialettale cremasca Fèra de la Palvisina è stato vinto da Agostina Ferla con il componimento Urmài.  La cerimonia di premiazione è in programma lunedì 17 alle 15.30 nell’atrio della scuola primaria. Seguirà alle 16.30 la proclamazione dei vincitori del dodicesimo concorso d’arte. 

 

Pane secco

L’associazione Gerardo da Iosano sarà presente in fiera con un proprio stand e proporrà il tradizionale pane secco realizzato con l’antica ricetta storica. "È una bella esperienza- dichiara il presidente Luca Giambelli - cimentarsi con l'impasto, la gremula e le mèche coi corni. Uno degli scopi dell’associazione è salvaguardare le tradizioni locali, tra cui proprio quella del pane secco”.