03-03-2017 ore 12:49 | Cultura - Incontri
di Gianni Carrolli

Crema. Giovin-astri, all’Arci il reading dei poeti emergenti. Stasera l’appuntamento

Crema terra di tortelli – macché! Crema terra di poeti, per di più giovani. Il fascino dei versi e delle rime, delle metriche e delle composizioni libere non è prerogativa di vecchi trasognati in odore di nostalgia. Anche in città e nel circondario ragazzi e ragazze coltivano la passione per una delle arti immortali e stasera, alle ore 21, il reading organizzato presso l’Arci di Ombriano ne darà un assaggio. Si intitola Giovin-astri, e darà la possibilità a 6 giovani compositori locali - Laura Basso Ricci, Gianluca Bissolati, Gaia Boni, Christian Andrea Rainone, Vera Recanati, Juliao Vanazzi - di presentare alcune delle loro opere.

 

Ascoltare i giovani

L’iniziativa nasce da un’idea del poeta cremasco Ed Warner – pseudonimo di Marco Degli Agosti – che spiega: “negli ultimi anni sono stati chiamati choosy, bamboccioni, millenials e in mille altri modi. Forse l’unica cosa in cui non ci si è impegnati abbastanza è nel tempo dedicato all’ascolto di ciò che hanno da dire. Giovin-astri vuol’essere un’occasione in questo senso, soprattutto ponendo come tramite il linguaggio, inteso troppo spesso come proiettato al passato invece che un ponte verso il futuro”. L’ingresso alla serata è libero con tessera Arci 2017.