02-05-2016 ore 08:57 | Cultura - Dischi
di Afterglow

For Your Pleasure, 1973. Il secondo, strabiliante album dei Roxy Music

Considerato l’album più significativo dei Roxy Music, la band inglese formatasi a Londra nel 1971, For Your Pleasure è la conciliazione tra i Roxy di Ferry e i Roxy di Eno, i due leader in eterna contrapposizione; dopo questo disco Brian Eno infatti abbandona il gruppo. Quando esce nel 1973, “the second Roxy Music album”, pochi sono disposti a concedergli credito: la copertina presenta una donna sensuale (Amanda Lear) con tacchi a spillo e pantera nera al guinzaglio mentre si avvia verso una Lincoln Continental con autista in divisa (Bryan Ferry). La parte interna ritrae i cinque musicisti: Brian Eno con corpetto con piume di struzzo e pantaloni scampanati con paillettes, Phil Manzanera in camicia da ballerino con maniche a balze e scarpe con zeppa e tacco, Bryan Ferry con stivaletti dorati, Andy Mackay in tuta bianco argentata e capelli a strisce, Paul Thompson.

 

Ricchezza compositiva

Do The Strand è il brano di apertura, il pezzo più rock dell’album, guidato dal piano di Bryan Ferry e con strepitosi inserti del sax di Mackay. Molto più soft e di atmosfera è la seconda traccia, Beauty Queen, una ballata dominata da echi e riverberi (magistrale lavoro di Brian Eno), con sovra incisioni governate dall’intensa voce di Bryan Ferry in versione Elvis a Las Vegas. In Strictly Confidential, un intimista e autoreferenziale Bryan Ferry raggiunge l’apice della teatralità con incisi in falsetto e brevi controcanti resi più intensi dalla dolorosa chitarra di Phil Manzanera. L’elettronica e forsennata Editions of You è caratterizzata da un drummimg violento, grande uso di tastiere e sintetizzatore dal suono acido e psichedelico, ottime incursioni graffianti di sax e loop di chitarra. In Every Dream Home a Heartache presenta un sound colmo di tensione seppur leggero e nostalgico, un sax minimale su una base di tastiere spezzata all’improvviso da rullate di batteria, una celestiale chitarra e schizoidi sperimentazioni di Eno. L’album prosegue con The Bogus Man, oltre nove minuti di rock ipnotico e futurista con una batteria tribale e uno straordinario sintetizzatore. In Grey lagoons, la voce di Ferry e il sax di Mackay danno il meglio di sé, la chitarra di Manzanera affascina con un rock decadente. For Your Pleasure è la title track che chiude l’album con toni celtici rarefatti e sospesi, drumming ovattato con patterns sonori ripetuti. Per due minuti la voce di Ferry spezza il silenzio, sostituita poi da cori celestiali e suoni elettronici a celebrazione della Terra del Graal e dell'armonia intesa come ponte ideale verso l'Aldilà.
 

Le curiosità

Il vinile in Europa viene distribuito dalla Island Record, in America dalla Warner Bros Record. Nel 1973 raggiunge il 4° posto della classifica britannica delle vendite. Nel 2000, la rivista britannica Q lo colloca al 33º posto tra i migliori album britannici di sempre. Nel 2003, la rivista Rolling Stone lo colloca al 394° posto dei migliori album di tutti i tempi, mentre Pitchfork Media lo pone all'87° posto dei migliori dischi degli anni settanta. Formazione: Brian Eno: synth e effetti; Bryan Ferry: voce, tastiere; Andrew Mackay: oboe e sassofoni; Phil Manzanera: chitarra; John Porter: basso; Paul Thompson: batteria.

 La redazione consiglia:

rubriche - Musica
I Traffic, gruppo musicale inglese ha al proprio attivo tre singoli di grande successo. Il primo LP, Mr. Fantasy, esce nel dicembre 1967, segue Traffic nel 1968 e Last Exit nel 1969, l’ultimo...
rubriche - Musica
Stampato dalla Geffen Records, Nevermind, il secondo album in studio della band americana - attiva dal 1987 al 1994 – contiene 12 tracce per una durata complessiva di 42’38”. Il...
rubriche - Musica
Il 10 ottobre 1969 esce In the Court of The Crimson King distribuito dalla E.G. Island Records, è il primo album del gruppo britannico King Crimson,. Il disco ha una durata di...
rubriche - Musica
Nono album realizzato in studio dai Pink Floyd, Wish you were here è un disco di 44 minuti e 19 secondi di musica di singolare bellezza! Dopo lo straordinario The dark side of the moon, arriva...
rubriche - Musica
Il Picture disc è un disco di 7” o 10” con inciso su almeno una facciata delle immagini degli esecutori o di soggetti inerenti al contenuto del disco. I Picture disc sono...
rubriche - Musica
Terzo album degli U2, War viene pubblicato il 28 febbraio 1983 dalla Casa discografica Island Records e può definirsi il prologo dell’impegno politico e sociale del gruppo musicale...
rubriche - Musica
Ottavo album realizzato in studio dai britannici Pink Floyd, The Dark Side of the Moon è un grande successo di pubblico e di critica e si colloca da subito in vetta alle classifiche di...
rubriche - Musica
Se un disco può essere l’emblema di un’epoca, icona musicale e semantica dei giovani ribelli di una generazione, questo è My Generation, primo album del gruppo inglese The...
rubriche - Musica
Con questo nuovo intervento passiamo in rassegna alcuni fra i più belli e/o interessanti picture disc della collezione di Lorenzo Gallini. Queste righe hanno lo scopo di presentarne alcuni che...