27-06-2017 ore 14:27 | Cronaca - Roma
di Gianni Carrolli

Polizia ferroviaria, Centodieci anni insieme. Aumentano i controlli, diminuiscono i furti

Roma ha ospitato la celebrazione del centodecimo anniversario della Polizia ferroviaria. Centodieci anni insieme è il titolo della manifestazione, all’interno della quale è stato ripercorso le tappe fondamentali dall’istituzione della specialità di polizia ad oggi. Alle celebrazioni sono intervenuti il capo della Polizia, Franco Gabrielli, l’ad delle Ferrovie, Renato Mazzoncini, il direttore della fondazione Fs Luigi Cantamessa e il direttore della Polizia Ferroviaria Armando Nanei.

 

I risultati operativi in Lombardia

Nell’occasione sono stati presentati i risultati operativi del 2016. Nel 2016, nelle 422 stazioni della Lombardia sono stati registrati 700 mila viaggiatori. La rete ferroviaria regionale è di 1977 chilometri, 11 linee suburbane e 6 linee passante. I treni viaggiatori sono stati 724.055, mentre i treni merci 91.541. In Lombardia i dipendenti della polizia ferroviaria sono 540, divisi tra il settore operativo di Milano centrale, la sezione di Brescia, le 4 sottosezioni di Milano porta Garibaldi, Bovisa, Lecco e Voghera, 14 posti Polfer a Lambrate, Monza, Rho, Bergamo, Como, Cremona, Gallarate, Lodi, Mantova, Ostiglia, Pavia, Treviglio e Varese.

 

Pattuglie e reati

Nel 2016 sono stati effettuati 28.709 servizi di vigilanza, 8.022 servizi di scorta viaggiatori con 19.182 treni scortati. Le pattuglie lungo le rotaie sono state 6.622 con 125 pattuglie straordinarie, “anche in virtù dei sanguinosi fatti di cronaca concernenti il terrorismo internazionale”. In fase di prevenzione sono state identificate 28.709 persone, con 42 ordinanze di cattura. Nel 2016 sono state rintracciate 92 persone scomparse, maggiorenni e minorenni. Le sanzioni sono state 1.706, spiccano quelle per l’attraversamento dei binari. Rispetto al 2015 i furti sono diminuiti del 15%, pari a 1.700 in meno. Denunciate complessivamente 1.791 persone, “molti dei quali per violazione delle norme legate al soggiorno di cittadini stranieri”. Sono state 331 le persone arrestate per furti, 51 per reati connessi a sostanze stupefacenti, 7 per documenti falsi o contraffatti, 6 per estorsione e 2 per violenza sessuale, 4 per evasione dai domiciliari o dai luoghi di affido.

 

Formazione e tecnologia

Particolarmente importante l’aspetto educativo, “col progetto scolastico Train to be cool, per sensibilizzare i giovani e scongiurare incidenti spesso causati da imprudenze e disattenzioni”. Nei 51 incontri sono stati raggiunti oltre 2 mila studenti. Decisamente incrementato il livello tecnologico in dotazione agli agenti: dagli smartphone a rilevatori termici e telecamere con visione notturna e geolocalizzazione. Tecnologia in grado di accedere alle banche dati di polizia e connesse in tempo reale con le sale operative. (qui il dettaglio della giornata)