27-06-2017 ore 10:10 | Cronaca - Dalla provincia
di Francesco Ferri

Futuro della Provincia. Il presidente Viola ai dipendenti: “servono misure finanziarie”

“Con Regione Lombardia sono aperti percorsi per il riordino organizzativo ma ad oggi non c’è nessuna certezza. I temi fondamentali sono due: la componente economica, per metterci in condizione di svolgere le funzioni fondamentali e dare una prospettiva all’istituzione, per capire cosa dovrebbe essere la provincia in futuro. Da una parte abbiamo uno Stato che non ci dà risorse per svolgere le attività e dall’altra la Regione con cui trattare ogni anno le risorse per le funzioni delegate”. Così il presidente della provincia Davide Viola durante l’incontro con i dipendenti.

 

Incertezza e mancanza di risorse

Le rappresentanze sindacali e i dipendenti hanno espresso preoccupazioni per il futuro dell’ente.“La situazione – ha spiegato Viola – è come quella di un pittore che cerca di dipingere un quadro e gli spostano la tela. Siamo stati in un limbo sino ad oggi ed ora regna l’incertezza in tutte le province d’Italia. Quando lo Stato trova risorse per altre cose e non quelle minime necessarie per le province penso che la volontà del Governo sia purtroppo chiara, ma dobbiamo ricevere risposte, in termini istituzionali, chiare anche rispetto al vigente titolo quinto della Costituzione. Le province ad oggi svolgono le stesse funzioni di prima, ma con personale ridotto e risorse finanziarie sempre più tagliate".

 

Risorse economiche

"Se  da un lato hanno piena titolarità normativa e costituzionale, dall’altro non vengono riconosciute adeguate risorse economiche per poter funzionare. Nonostante un recente accordo con Regione Lombardia ed Anas per la cessione di parte del reticolato stradale provinciale - circa 240 chilometri su 880 chilometri complessivi - la restante parte è tutta nostra e grava sul bilancio in modo considerevole, così come l’intero patrimonio scolastico provinciale degli istituti superiori. Ad oggi il numero dipendenti è pari a 304 unità, di cui 148 per funzioni fondamentali – tra cui ambiente, viabilità, territorio e trasporti, rete scolastica e  patrimonio, 19 sulle funzioni delegate, 13 per la polizia locale provinciale, 55 per il mercato del lavoro e 69 su funzioni trasversali aquali segreteria, personale, ragioneria”.