18-08-2017 ore 13:53 | Cronaca - Spino d'Adda
di Silvia Tozzi

Spino d’Adda. Area ex Calvi, dal Comune via libera all’impianto di smaltimento rifiuti

Il Comune di Spino d’Adda ha dato il via libera alla Clever Floor per il recupero di tutta l’area ex Calvi in via Bergamo. Il progetto prevede la realizzazione di un impianto di recupero e smaltimento di rifiuti pericolosi (inerti, terra e rocce) e non pericolosi, speciali ed urbani. La struttura sarà completata dal una palazzina adibita a sede degli uffici, un capannone industriale destinato a magazzino, una tettoia industriale per il deposito di merci ed attrezzature, un’officina ed autorimessa.

 

Impianto ed attività

I rifiuti trattati serviranno a produrre energia. La struttura – che ospiterà anche l’area di deposito preliminare dei rifiuti – svolgerà diversi tipi di attività, dalla trasformazione al trattamento allo smaltimento definitivo. Il processo di lavorazione dei rifiuti da materiali inerti consisterà nella loro frantumazione, che sarà consentita per sole cinque ore al giorno (dalle 8 alle 12 e dalle 15 alle 16). La produzione di polveri derivante dall’attività di frantumazione dei rifiuti verrà limitata grazie all’installazione di un sistema di abbattimento delle polveri mediante nebulizzazione di acqua.

 

La tutela del vicinato

La piantumazione di alberi su tre lati della struttura consentirà di isolare la struttura dai complessi abitativi circostanti. Tra le misure di mitigazione è prevista inoltre la realizzazione di una barriera antirumore di 4 metri d’altezza in corrispondenza dell’area del frantoio. Per tutelare maggiormente il vicinato, l’Arpa ha chiesto che la barriera sia estesa anche sul lato ovest; entro tre mesi dalla messa a regime del nuovo impianto, la proprietà provvederà ad effettuare rilievi fonometrici per verificare il rispetto dei limiti di legge per il rumore.