17-07-2017 ore 13:16 | Cronaca - Crema
di Francesco Ferri

Sicurezza, bimbi dimenticati in auto. Bordo: “seggiolini con dispositivi anti abbandono”

“È urgente introdurre nuove disposizioni per rendere obbligatorio un sistema di allarme che segnali la presenza del bambino nel seggiolino del veicolo e scongiuri possibili e inspiegabili tragedie”. Questo il contenuto di un emendamento ad alcune norme di modifica del Codice della strada per “dotare le auto di dispositivi di allarme anti abbandono”. Il primo firmatario è Franco Bordo, deputato di Articolo Uno, Movimento Democratico e Progressista, con Gianni Melilla, autore di una proposta di legge in questo senso.

 

Casi in aumento

“Una ricerca condotta da Gene Weingarten, giornalista del Washington post – prosegue Bordo – spiega che questi fatti sono aumentati dagli anni Novanta, quando la diffusione dell’airbag anteriore lato passeggero ha spinto gli automobilisti a posizionare i seggiolini dei propri figli sul divanetto posteriore della vettura, spesso al di fuori del campo visivo del genitore. Ad aggravare la situazione ci sono altri fattori di rischio, come il bambino che si addormenta e sparisce acusticamente dall’attenzione di genitori sempre più alle prese con le frenesie, gli stress e la mancanza di riposo tipici dei ritmi della società di oggi”.

 

Promemoria bimbo

“Recentemente un’applicazione per smartphone, già molto diffusa, è stata arricchita di una funzione gratuita di Promemoria bimbo in auto. Si tratta di una notifica accompagnata da un segnale sonoro che ricorda al guidatore di controllare l’abitacolo una volta giunti a destinazione. Il suo obiettivo è quello di sostituirsi idealmente alla voce di chi sta dormendo o giocando nel seggiolino posteriore. Un altro sistema collega lo smartphone al sistema info telematico dell’auto e lancia un avviso sonoro quando la connessione si interrompe per ricordare la presenza del bambino sul divanetto posteriore”.