17-03-2017 ore 16:00 | Cronaca - Crema
di Rebecca Ronchi

Crema. Dipendente sospesa per 6 mesi. È accusata di aver abusato della legge 104

Accusata di aver abusato della legge 104 per “fare acquisti” o per rimanere a casa “per le faccende domestiche”, una persona dipendente del Comune di Crema, “che ha assunto una posizione di assoluta fermezza”, è stata sospesa dal servizio e dalla retribuzione per 6 mesi. In una nota stampa l’amministrazione sottolinea che “da tempo coordinandosi con altre istituzioni del territorio, pone grande attenzione al rispetto delle norme di comportamento dei pubblici dipendenti, anche al fine di evitare disparità di trattamento e situazioni di opacità che non possono essere comunque tollerate”.

 

Furbetti del cartellino”

“Il comune di Crema ed il personale da esso dipendente – si legge nel documento - sono assolutamente estranei a quei fatti di malcostume (i cosiddetti furbetti del cartellino) che hanno interessato alcune amministrazioni locali, danneggiandone seriamente l’immagine, ed in primo luogo di quei lavoratori - che sono l’assoluta maggioranza - che svolgono con impegno e serietà le proprie mansioni”.

 La redazione consiglia:

cronaca - Crema
Avrebbe utilizzato “i permessi per accudire l’anziana zia” per “fare acquisti” o per rimanere a casa “per le faccende domestiche”. Come riferisce la tenenza...