16-07-2017 ore 20:11 | Cronaca - Crema
di Riccardo Cremonesi

Crema, aggressione all'oratorio di san Bernardino. Denunciati un uomo di 45 anni e due suoi figli, feriti marito e moglie

Un uomo di 45 anni, di origini siciliane e residente a Crema, e due suoi figli, tra cui un minorenne, sono stati denunciati dai carabinieri di Castelleone con l'accusa di aggressione in concorso e lesioni. Ieri sera l'uomo si è recato al bar dell'oratorio di san Bernardino. Visibilmente ubriaco ha preso di mira il figlio dei gestori: dopo una lite verbale il quarantacinquenne se ne è andato in auto per poi ritornare, a distanza di pochi minuti, accompagnato da due figli.

L'aggressione
I tre hanno preso di mira il ragazzo con l'intenzione di picchiarlo. I due gestori, marito e moglie, vedendo il figlio in pericolo sono intervenuti per sedare la lite. La donna è stata spinta violentemente a terra mentre il marito è stato preso a calci e pugni dal quarantacinquenne e dal figlio più grande. Quest'ultimo, sulla base delle testimonianze di chi ha assistito alla scena, aveva con sé un coltello mentre in mano teneva una catena di ferro. Un atto violento di pochi minuti che si è concluso con la fuga dei tre, rintracciati più tardi dai militari grazie al numero della targa. Successivamente marito e moglie si sono recati al pronto soccorso dell'ospedale Maggiore per farsi medicare: a causa delle diverse contusioni l'uomo è stato dimesso con una prognosi di 12 giorni mentre per la moglie la prognosi è di 10 giorni.