16-04-2018 ore 17:14 | Cronaca - Crema
di Lidia Gallanti

Al dé dal dialèt. Incontri, poesie e musica per per riscoprire la lingua e le radici cremasche

Un’intera giornata dedicata al dialetto cremasco. Domenica 22 aprile sarà Al dé dal dialèt, iniziativa culturale organizzata dalle associazioni Concrescis e RinasciMenti presso il centro culturale sant’Agostino. Un modo per unire le diverse generazioni, dai nonni ai giovani: i primi depositari della cultura popolare, gli ultimi destinatari di un patrimonio che rischia di estinguersi. A partire dalle ore 10 si terranno conferenze, poesie, canzoni, rappresentazioni teatrali e mostre a tema, tutto a ingresso libero.

 

La lingua scritta, parlata e cantata

La mattinata è dedicata alla conferenza Dialetto ieri, oggi e domani. Dalle 10.30 alle 12.30 interverranno esperti della lingua e della cultura locale, per illustrare le sfaccettature della lingua locale tra scritto e parlato, poesia e quotidianità. Nel pomeriggio la sala Pietro da Cemmo ospiterà la commedia dialettale C’era una volta… a cura della compagnia teatrale Adess riom. Dalle 17.30 canti popolari con il coro Armonia di Moscazzano, Credera e Rovereto.


Poesie, foto e un tuffo nel passato

Durante l’intera giornata i chiostri saranno a disposizione del circolo poetico Correnti con la Poesia a strappo in dialetto. Sarà l’occasione per visitare la mostra di campane e la casa cremasca, dove sono esposti attrezzi tipici della civiltà contadina. In sala da Cemmo sarà esposta una selezione di fotografie che raccontano passato e presente di Crema e del suo territorio. Dalle 16.30 alle 17.30 si terranno laboratori per bambini. Tante occasioni per cimentarsi con la lingua del territorio, da apprezzare in tutte le sue sfumature.