16-04-2017 ore 10:26 | Cronaca - Rivolta d'Adda
di Silvia Tozzi

Rivolta d’Adda. Decoro urbano: adottate le aiuole e le bacheche attorno alla scuola

Tutto le aiuole e le bacheche della zona tra viale Monte Grappa e via Piave hanno trovato chi le accudirà. Molte le realtà – imprese ed associazioni – che hanno risposto all’appello dell’assessore Andrea Vergani: Camminiamo Insieme, la banda Sant’Alberto, l’AddaTel, la Pro Loco e la Cartoleria Cantarini si aggiungono agli Alpini nella gestione per i prossimi dieci anni di uno spazio verde, di cui cureranno pulizia, diserbo, irrigazione e sceglieranno quali essenze piantare. A breve anche la firma della convenzione con UNArivolta per l’aiuola di via Bertolazzi, che sarà dedicata alle farfalle, con piantumazione esclusivamente di essenze che le attirano.

 

L’adozione delle bacheche

A Rivolta, la possibilità di adottare un’aiuola in cambio di sponsorizzazione è un’iniziativa introdotta qualche anno fa. L’assessore Vergani ha però deciso di profondere ulteriore impegno recandosi da ciascuna associazione per promuovere l’iniziativa. Altri gruppi stanno valutando la possibilità di prendersi cura di altri spazi verdi, perché l’iniziativa non è terminata. Nel mentre, sono state adottate anche le bacheche inutilizzate. Dopo quella di via Porta Rocca, affidata a UNArivolta – utilizzata principalmente per comunicazioni legate all’Ufficio Diritti Animali che gestisce a nome e per conto del comune – altre due sono state assegnate a ristoratori del paese: la Casetta Verde e Turba.

Oggi al cinema